GIO, 20 FEBBRAIO 2020

Confindustria Agrigento: operazione “Scacco matto”, apprezzamenti e ambiente economico

confindustria_agrigento-logo.gifLe considerazioni dell’Unione Industriali di Agrigento sul contesto imprenditoriale locale.

(scorri per leggere il resto)
Confindustria Agrigento: operazione “Scacco matto”, apprezzamenti e ambiente economico




L’operazione SCACCO MATTO dei Carabinieri di Agrigento: una
ulteriore evidenza dell’assenza di normalità.

L’operazione dei Carabinieri di Agrigento e dei Magistrati
della DDA costituisce una ennesima conferma delle reali difficoltà con le
quali  l’impresa regolare deve
confrontarsi per svilupparsi. A queste condizioni non potremo parlare di
crescita e di sviluppo ma di gravi disagi che specie la piccola impresa deve
superare per continuare a produrre.

Il Presidente di Confindustria Agrigento ha puntualizzato
che gli imprenditori che vogliono operare nella normalità   sono chiamati in alcuni casi a confrontarsi
con una realtà gravemente condizionata dalla presenza del crimine organizzato.

Subire l’estorsione, l’imposizione della fornitura, il
ricatto del pubblico funzionario o altro deve cessare perché oggi ciò è
possibile. Gli operatori economici oggi hanno nelle proprie mani lo strumento
per produrre nella normalità come avviene nelle aree più evolute del Paese.

Concorrere a rendere efficace e sistematico il costante
impegno di Magistratura e Forze di Polizia è un dovere di civiltà.

Al Colonnello Di Iulio ed ai Carabinieri impegnati nelle
attività investigative formuliamo apprezzamenti anche per ciò che ha ritenuto
di puntualizzare il Procuratore della Repubblica, Dott. Messineo, in ordine al
rilevante e significativo valore dell’operazione.

Gli imprenditori di Confindustria Agrigento auspicano che le
Istituzioni tutte intensifichino gli sforzi per concorrere a normalizzare la
nostra realtà.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.