GIO, 26 NOVEMBRE 2020

“Fregatura ATO Rifiuti”: Legambiente chiede chiarimenti

Legambiente prende posizione sul “tradimento” fatto ai cittadini agrigentini in merito alla mancanza degli sconti sulla bolletta dei rifiuti per chi attua la raccolta differenziata; come si ricorderà, nello scorso settembre è stato presentato, dall’allora presidente dell’ATO Gesa AG2 Truglio, il servizio che permette di quantificare i rifiuti differenziati da ogni cittadino e successivamente di ridurre proporzionalmente a tale quantità la cifra della bolletta. Da quel momento, sembrava che la mentalità (scorri per leggere il resto)
“Fregatura ATO Rifiuti”: Legambiente chiede chiarimenti

DSCF3555Legambiente prende posizione sul “tradimento” fatto ai cittadini agrigentini in merito alla mancanza degli sconti sulla bolletta dei rifiuti per chi attua la raccolta differenziata; come si ricorderà, nello scorso settembre è stato presentato, dall’allora presidente dell’ATO Gesa AG2 Truglio, il servizio che permette di quantificare i rifiuti differenziati da ogni cittadino e successivamente di ridurre proporzionalmente a tale quantità la cifra della bolletta.

Da quel momento, sembrava che la mentalità della raccolta differenziata avesse attecchito anche nella città dei templi, visto che il successo dell’iniziativa è stato contro ogni più rosea previsione e molti cittadini avevano fatto la fila per ritirare l’apposita scheda che permette l’accesso nelle aree dove è possibile posizionare i rifiuti.

Ma purtroppo qualcosa è andata nel verso giusto; prima i disservizi causati dal non molto efficiente funzionamento dei contenitori speciali dove conferire la differenziata e adesso spunta fuori che in nessuna bolletta per ora recapitata esista lo sconto tanto auspicato.

Claudia Casa, tra le principali responsabili di Legambiente Agrigento, ha sottolineato proprio quest’ultimo aspetto nella conferenza stampa convocata a Fontanelle; “Non è un caso che organizzo l’incontro con i giornalisti proprio in questo quartiere – afferma Claudia Casa – Qui infatti sorge l’unica isola ecologica della città ed è la sola delle sei previste dalla presidenza Truglio.”

Insieme con Raffaella Giambra, membro dell’associazione “Cigno Verde”, l’esponente ambientalista chiede chiarimenti ed auspica che nessun agrigentino venga preso in giro, visto che la cittadinanza ha reagito positivamente nell’incrementare la percentuale di raccolta differenziata ed ha quindi il diritto di vedersi assegnati quei vantaggi economici promessi.

Inoltre, si esprime anche preoccupazione per un altro imminente sciopero dei netturbini dell’ATO Gesa AG2, ancora una volta senza stipendio da parecchi mesi; “Dopo il danno la beffa – conclude Claudia Casa – non solo non si danno gli sconti nelle bollette, ma adesso la città, in pieno mese di luglio con delle temperature torride, rischia di veder crollare nuovamente la situazione igenico-sanitaria.”

Mauro Indelicato

INTERVISTA

{gallery}/agrigento/legambientemunnizza{/gallery}

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.