GIO, 26 NOVEMBRE 2020

Rifiuti, ritorna l’emergenza

Sindacati sul piede di guerra e rischio concreto di una nuova emergenza igienico sanitaria ad Agrigento e dintorni. Lo sciopero è stato proclamato per i prossimi lunedì 8 e martedì 9 novembre. 48 ore di stop per chiedere, per l’ennesima volta, il pagamento delle spettanze arretrate.   Gesa, nonostante le rassicurazioni delle scorse settimane, non dispone di sufficiente liquidità per poter procedere ai pagamenti delle somme arretrate alle imprese che (scorri per leggere il resto)
Rifiuti, ritorna l’emergenza

discaricaSindacati sul piede di guerra e rischio concreto di una nuova emergenza igienico sanitaria ad Agrigento e dintorni. Lo sciopero è stato proclamato per i prossimi lunedì 8 e martedì 9 novembre. 48 ore di stop per chiedere, per l’ennesima volta, il pagamento delle spettanze arretrate.

 

Gesa, nonostante le rassicurazioni delle scorse settimane, non dispone di sufficiente liquidità per poter procedere ai pagamenti delle somme arretrate alle imprese che operano la raccolta dei rifiuti.

L’emergenza è ulteriormente aggravata dalla ventilata ipotesi della chiusura della discarica di Siculiana a causa delle solite inadempienze finanziarie da parte di GESA.

Andrea Messina

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.