VEN, 12 AGOSTO 2022

Nuovo numero di Grandangolo in edicola: ecco le anticipazioni

grandangolo-logo.pngIl latitante Falsone ad un passo dalla cattura; i Servizi segreti a caccia dei boss; funzionari della regione Sicilia nel mirino della DDA; Montevago: il boss Guzzo voleva mettere le mani in municipio; l'on. Enzo Fontana (PdL) indagato per truffa, abuso e falso. (scorri per leggere il resto)
Nuovo numero di Grandangolo in edicola: ecco le anticipazioni




 

Nel numero 30 di
Grandangolo, il giornale di Agrigento, diretto da Franco Castaldo, in
edicola, due pagine vengono dedicate alle vicende mafiose.

Giuseppe Falsone, il boss
latitante di Campobello di Licata e capo della famiglia mafiosa provinciale è
alle corde.
 E’
praticamente solo, dopo il pentimento di Calogero Sardino e le retate antimafia
che hanno permesso di catturare i suoi fiancheggiatori
 Polizia e carabinieri sono sul
punto di catturarlo e anche tra i boss, l’evenienza viene data per
scontata.  Falsone, secondo Gino Guzzo e
Mario Davilla, latitante per molto tempo nella zona compresa tra Ribera, Burgio
e Lucca Sicula, starebbe taglieggiando persino i "viddani" al fine di fare soldi e assicurare a se stesso ed alla sua
famiglia un futuro senza problemi economici. E nella caccia ai boss ovvero nel
tentativo di individuare gli organigrammi mafiosi della provincia di Agrigento sono
intervenuti persino i Servizi Segreti che avrebbero contattato proprio Mario
Davilla al fine di farsi indicare le nuove gerarchie di Cosa Nostra in cambio
di aiuti economici e aiuti nei processi che lo riguardano.

Intanto, dall’operazione "Scacco
matto" emergono nuovi e inquietanti spunti investigativi che affondano le
radici all’interno della Regione Siciliana e il comune di Montevago. Per i
giudici della DDA, alla Regione ci sarebbero funzionari infedeli, pronti,
dietro regalie o compensi, a fare favori ai mafiosi. A Montevago, invece,
sempre secondo i giudici, la mafia locale avrebbe appoggiato l’attuale sindaco,
Domenico Barrile per poi presentare il conto ad elezione avvenuta.

Inoltre si dà notizia di
un’indagine della procura della repubblica di Agrigento a carico di Enzo
Fontana, ex presidente della provincia regionale di agrigento e neo eletto in
parlamento. Sul suo conto sono stati ipotizzati i reati, in concorso, di abuso
d’ufficio, truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e
falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in certificati e in
autorizzazioni amministrative.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.