GIO, 26 NOVEMBRE 2020

ATO GESA: LE DITTE CHE GESTISCONO IL SERVIZIO INVIANO LE LETTERE DI LICENZIAMENTO

Ancora guai per il servizio della raccolta dei rifiuti; all’assemblea dell’ATO Gesa AG2, c’erano anche i lavoratori per cercare di capire qual è la loro situazione, visto che gli operatori avanzano oramai diverse mensilità. Alla riunione, si sono presentati “arbitrariamente”, senza una convocazione ufficiale, vista la tanta disperazione che molte famiglie vivono a causa del perdurare di questa precaria situazione: ai lavoratori infatti, manca ancora lo stipendio di ottobre, novembre (scorri per leggere il resto)
ATO GESA: LE DITTE CHE GESTISCONO IL SERVIZIO INVIANO LE LETTERE DI LICENZIAMENTO

DSCF4704Ancora guai per il servizio della raccolta dei rifiuti; all’assemblea dell’ATO Gesa AG2, c’erano anche i lavoratori per cercare di capire qual è la loro situazione, visto che gli operatori avanzano oramai diverse mensilità.

Alla riunione, si sono presentati “arbitrariamente”, senza una convocazione ufficiale, vista la tanta disperazione che molte famiglie vivono a causa del perdurare di questa precaria situazione: ai lavoratori infatti, manca ancora lo stipendio di ottobre, novembre e dicembre e la tredicesima.

I sindaci hanno affermato che presto arriveranno nelle casse della Gesa un milione e 600mila euro, che però non saranno sufficienti al pagamento di tutti gli arretrati.

Intanto, incombe la proroga concessa dal raggruppamento di imprese alla Gesa per la sospensione del servizio di raccolta dei rifiuti e le ditte hanno iniziato ad inviare le lettere di licenziamento ai propri lavoratori.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.