GIO, 02 APRILE 2020

Sciacca, potenziato il servizio Ville e giardini e Scerbatura

L’Amministrazione comunale potenzia il servizio Ville e Giardini e Scerbatura. Ne danno notizia il sindaco Fabrizio Di Paola e gli assessori Silvio Caracappa e Gianluca Guardino. La Giunta comunale ha approvato una delibera in tal senso. Il servizio sarà svolto da personale comunale che opererà anche nei pomeriggi, per la cura dei giardini e degli spazi a verde e in attività di decespugliamento. L’obiettivo è migliorare il decoro e l’immagine (scorri per leggere il resto)
Sciacca, potenziato il servizio Ville e giardini e Scerbatura

sciaccamareL’Amministrazione comunale potenzia il servizio Ville e Giardini e Scerbatura. Ne danno notizia il sindaco Fabrizio Di Paola e gli assessori Silvio Caracappa e Gianluca Guardino. La Giunta comunale ha approvato una delibera in tal senso. Il servizio sarà svolto da personale comunale che opererà anche nei pomeriggi, per la cura dei giardini e degli spazi a verde e in attività di decespugliamento.

L’obiettivo è migliorare il decoro e l’immagine della città.

L’Amministrazione comunale, nel quadro del miglioramento di tutti i servizi di pulizia e igiene, dieci giorni fa aveva potenziato il servizio di “spazzamento manuale”. Il servizio viene svolto in due pomeriggi infrasettimanali, le domeniche e nelle giornate festive, fino al 31 dicembre.

Il sindaco Fabrizio Di Paola, l’assessore all’Ecologia Gianluca Guardino e l’assessore al Verde Pubblico Silvio Caracappa rinnovano l’appello ai cittadini a collaborare per rendere sempre più pulita e accogliente la città. Si ricorda a questo proposito che è obbligo dei cittadini provvedere alla pulizia delle aree private incolte.

L’ordinanza n. 87 del 2009 ordina “ai proprietari delle aree incolte, qualunque sia la destinazione delle stesse, di provvedere entro il 15 giugno di ogni anno ai lavori di pulitura delle superfici, sgombrandole da erbe, rovi, infestanti vari e da ogni tipo di materiale, assicurandone il decoro, l’igiene e la sicurezza pubblica”. Il provvedimento ordina ancora “ai proprietari di terreni incolti, posti frontalmente alle strade comunali e vicinali, di provvedere entro il 15 giugno alla sistemazione delle siepi e delle ripe dei fondi in modo da evitare il restringimento del piano viabile e l’ingombro delle cunette stradali; alla sistemazione delle siepi e dei reticolati di recinzioni ad una distanza non inferiore ai 50 centimetri dal ciglio interno delle cunette stradali, provvedendo all’allontanamento del materiale di risulta e lasciando pulita la sede stradale e le cunette; alla sistemazione e pulizia radicale dei fossati di scolo che fiancheggiano le strade”.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.