GIO, 20 FEBBRAIO 2020

Assistenza ai disabili: lettera di Roberto Gallo ad Infurnari

L’ex consigliere provinciale de “La Destra” di Agrigento, Roberto Gallo, ha scritto una lettera aperta al commissario della Provincia Benito Infurnari, chiedendo delucidazione circa il servizio di assistenza ai disabili. Ecco il testo completo: La presente per segnalare la valenza di un servizio che sarebbe gravissimo cancellare . Mi riferisco al servizio che la Provincia Regionale ha garantito finora verso i diversamenti abili , segnatamente parlo di Persone con handicap (scorri per leggere il resto)
Assistenza ai disabili: lettera di Roberto Gallo ad Infurnari

robgalloL’ex consigliere provinciale de “La Destra” di Agrigento, Roberto Gallo, ha scritto una lettera aperta al commissario della Provincia Benito Infurnari, chiedendo delucidazione circa il servizio di assistenza ai disabili. Ecco il testo completo:

La presente per segnalare la valenza di un servizio che sarebbe gravissimo cancellare . Mi riferisco al servizio che la Provincia Regionale ha garantito finora verso i diversamenti abili , segnatamente parlo di Persone con handicap sensoriale in eta’ scolare , e cioe’ quei soggetti che hanno un certo grado di sordita’ , i quali a volte associano anche altri problemi . Si tratta di Persone che hanno assoluta necessita’ di essere seguiti. L’alternativa è l’abbandono a se stessi , quindi la negazione del diritto a poter recuperare parte delle conseguenze del loro stato di salute . I costi dell’assistenza per una famiglia possono arrivare anche a 20.000 euro. La Provincia invece con un quarto di questa somma è riuscita ad assistere fino a centinaia di Persone per ogni anno scolastico .
E poi a merito del servizio va detto che si è riusciti ad organizzarlo in modo efficiente e dignitoso . Infatti le Famiglie potevano scegliere da se’ chi doveva assistere il loro giovane familiare . Nel senso che le organizzazioni specializzate accreditate che superavano il bando rientravano tra quelle associazioni/cooperative che gli utenze sceglievano liberamente . Cio’ negli ultimi anni ha prodotto buoni risultati. Questo riferiscono molte famiglie che hanno usufruito dell’assistenza , che ho avuto la possibilita’ di incontrare ed ascoltare .
Sarebbe intollerabile , immorale , direi gravissimo cancellare questo servizio obbligatorio che la legge garantisce . Mi rendo conto che le risorse esistenti sono state quasi azzerate , da una manovra politica criminale che la Regione di Crocetta ha operato . Scelta politica vergognosa che svela il vero volto dell’attuale Presidente della Regione . Cambiare le Province per risparmiare, ed in realta’ cancellare servizi “essenziali ed obbligatori” quali l’assistenza socio sanitaria di cui alla presente. Altro che risparmio , siamo al cospetto di una operazione di facciata per accontentare il popolo esasperato dalla crisi , ma che in realta’ peggiorera’, notevolmente le cose .
Per cui egr. Commissario Infurnari la esorto a nome mio e di tutte le Famiglie interessate a studiare un modo per non abbandonare centinaia di giovani diversamente abili in eta’ scolare , anche organizzando un servizio di assistenza ridotto che garantisca il loro diritto alla salute e di cittadini come gli altri .

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.