GIO, 20 FEBBRAIO 2020

San Leone, Legambiente: “Indagini ARPA dimostrano inquinamento chimico”

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il comunicato stampa di Legambiente in merito la situazione dello stato di salute del mare sanleonino: “Il Circolo Rabat di Agrigento – che da sempre si è occupato delle questioni connesse alla depurazione e allo smaltimento delle acque reflue, nonché degli scarichi abusivi – a seguito delle problematiche segnalate a questa associazione dai cittadini e in considerazione dei numerosi articoli di stampa inerenti tali tematiche, ha – in collaborazione con (scorri per leggere il resto)
San Leone, Legambiente: “Indagini ARPA dimostrano inquinamento chimico”

legambiente

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il comunicato stampa di Legambiente in merito la situazione dello stato di salute del mare sanleonino:

“Il Circolo Rabat di Agrigento – che da sempre si è occupato delle questioni connesse alla depurazione e allo smaltimento delle acque reflue, nonché degli scarichi abusivi – a seguito delle problematiche segnalate a questa associazione dai cittadini e in considerazione dei numerosi articoli di stampa inerenti tali tematiche, ha – in collaborazione con l’ARPA di Agrigento – effettuato un prelievo di acqua marina a San Leone, frazione balneare di Agrigento, nel tratto antistante la via Mar Baltico (prima traversa del Viale delle Dune), in data 17 luglio, cioè prima del sequestro da parte della Magistratura delle condotte sottomarine – pennelli.

Il campione è stato raccolto a “pelo d’acqua” a circa dieci metri dalla battigia, in un’area molto frequentata, soprattutto da famiglie.

Dalle analisi effettuate dall’ARPA di Agrigento, che si allegano alla presente nota, sono emersi modesti indici di inquinamento chimico per la presenza di azoto nitroso (0,1mg/l). L’azoto nitroso (nitriti) è un composto derivante dalla trasformazione batterica dell’azoto ammoniacale, la sua presenza nell’acqua può quindi indicare inquinamento recente da sostanza organica, che può essere quella contenuta nei reflui fognari non depurati.

Le analisi sono state trasmesse per conoscenza, dall’ARPA, al Dipartimento di Prevenzione Servizio S.I.A.V. A.S.P. 1 di Agrigento.

La presenza di modesti indici di inquinamento chimico nelle acque antistanti la via Mar Baltico ci fa ritenere corretta l’iniziativa intrapresa dal Sindaco Marco Zambuto di vietare cautelativamente la balneazione in prossimità dei pennelli, in attesa delle analisi, richieste dallo stesso Sindaco, delle acque di mare prospicienti le condotte “Padri
Vocazionisti” e “P.S.”.

L’associazione ritiene ancora una volta di più che sia necessario intraprendere, da parte degli enti e delle società che si occupano della gestione e del controllo dello smaltimento delle acque reflue, tutte le iniziative finalizzate a migliorare la qualità delle acque dei litorali agrigentini, anche alla luce del lavoro svolto dalla Magistratura.”

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

One thought on “San Leone, Legambiente: “Indagini ARPA dimostrano inquinamento chimico””

angelo

29 luglio 2013

Ricordo che l'estate passata goletta verde, prelevava dei campioni di acqua marina nei stessi posti, dove la la Polizia Locale di Agrigento, in collaborazione con gli enti preposti, venivano riscontrati tracce di mer...come mai goletta verde nelle propie analisi non trovava niente, altra cosa che vorrei dire a legambiente, se aspettavamo voi campa cavallo, la mer....sarebbe arrivata fino alla valle dei tampli, ogni tanto dite la verità cari signori.

Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.