MER, 13 NOVEMBRE 2019

A Ribera convegno sul Green Public Procurement

“Green Public Procurement. Innovazione o criticità per il territorio. Focus al servizio della P.A.”. È questo il tema del convegno che si terrà venerdì 30 gennaio, alle ore 9.30, presso la Sala del municipio del Palazzo comunale di Ribera (Ag). All’incontro parteciperanno il dott. Sergio Saporetti del Ministero dell’Ambiente, l’ing. Mario Fontana dell’Arta, l’ing. Maria Serina di RTI Ecosistemi Orsa, i rappresentanti dell’Agenzia maltese Miema. Modererà il prof. Francesco Pira, (scorri per leggere il resto)
A Ribera convegno sul Green Public Procurement

“Green Public Procurement. Innovazione o criticità per il territorio. Focus al servizio della P.A.”. È questo il tema del convegno che si terrà venerdì 30 gennaio, alle ore 9.30, presso la Sala del municipio del Palazzo comunale di Ribera (Ag).

All’incontro parteciperanno il dott. Sergio Saporetti del Ministero dell’Ambiente, l’ing. Mario Fontana dell’Arta, l’ing. Maria Serina di RTI Ecosistemi Orsa, i rappresentanti dell’Agenzia maltese Miema. Modererà il prof. Francesco Pira, giornalista e docente di Comunicazione Istituzionale all’Università di Messina.

L’iniziativa rientra nell’ambito del “Crim Safri – Programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Malta 2007-2013”, che ha l’obiettivo di realizzare un Centro di ricerca per la sostenibilità ambientale e le fonti rinnovabili con due sedi, una presso la Camera di commercio di Agrigento e l’altra in territorio maltese.

Le attività prioritarie del Centro saranno: garantire una collaborazione attiva all’impresa per lo sviluppo e il trasferimento di tecnologie eco-innovative di produzione e utilizzo delle fonti rinnovabili; fornire un ausilio progettuale e un sostegno di conoscenza tecnico-scientifica per l’innovazione tecnologica di prodotti e servizi a basso impatto ambientale; fornire alle amministrazioni locali un ausilio alla definizione di strumenti urbanistici orientati alla sostenibilità.

Il Crim Safri, affidato ad un cartello transnazionale, è composto da soggetti pubblici e privati e vede come capofila il Dipartimento Urbanistica – Assessorato Territorio ed Ambiente della Regione Siciliana e come partner: il Dipartimento Energia dell’Università degli Studi di Palermo, che sta procedendo a selezionare gli esperti per il trasferimento di soluzioni che favoriscono l’innalzamento dell’eco-efficienza dei sistemi produttivi locali; l’Istituto di biomedica ed immunologia molecolare “Alberto Monroy” del CNR, che sta procedendo alla costruzione di una banca dati con riguardo alla diffusione di pratiche legate all’energia e al risparmio energetico tra i cittadini di entrambe le aree del programma; il Dipartimento dei Beni Culturali dell’Assessorato Beni Culturali e dell’Identità Siciliana della Regione, che assicura l’ausilio alla tutela di un profilo culturale compatibile con gli strumenti urbanistici orientati alla sostenibilità; i partner Malta College of Arts, Science & Tecnology (MCAST), Malta Intelligent Energy – Europe (MIEMA) e MedORO (Organizzazione per la ricerca, l’occupazione e lo sviluppo territoriale del Mediterraneo), impegnati nella creazione di un’interfaccia tra l’area del Mediterraneo, i Ministeri dell’Ambiente italiano e maltese e il Joint Research Center della Commissione Europea; la Camera di Commercio di Agrigento, impegnata nella sistemazione dei locali che ospitano il Centro di ricerca e contemporaneamente nella selezione delle imprese e degli Enti Locali che parteciperanno al progetto.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.