MAR, 17 OTTOBRE 2017

Sequestrati contatori idrici di Girgenti Acque: ‘Tarati per registrare maggior consumo’

Il sequestro è scattato nelle scorse ore: centinaia i contatori ancora da installare adesso a disposizione degli inquirenti (scorri per leggere il resto)
Sequestrati contatori idrici di Girgenti Acque: ‘Tarati per registrare maggior consumo’

gdf-caserma

La Guardia di Finanza di Agrigento è intervenuta nelle scorse ore all’interno di alcuni magazzini della società Girgenti Acque, al fine di prelevare centinaia di contatori idrici ancora da installare.

Il sospetto è che tali contatori, che l’azienda che ha in appalto la gestione del servizio di erogazione idrica era in procinto di installare, fossero tarati in modo da far registrare un consumo più ampio rispetto a quello reale.

L’indagine è svolta in collaborazione con la Procura della Repubblica; sviluppi nelle prossime ore.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è parte di un portale di più ampio respiro con ambito di interesse geografico limitato alla provincia di Agrigento. In un settore in fortissima evoluzione, una redazione ricca di collaboratori di grande esperienza ed obiettivi di informazione territoriale rapida e profonda, guideranno un percorso di crescita appena iniziato ma forte di grandi motivazioni, entusiasmo, responsabilità e vocazione all'innovazione ed alla trasparenza.

4 thoughts on “Sequestrati contatori idrici di Girgenti Acque: ‘Tarati per registrare maggior consumo’”

angelo

14 aprile 2017

È da un mese che ho tagliato il contratto con Girgenti acque... le bollette erano troppo altamente sospette... risparmio più con le bozze...

Rispondi

Gioachino

14 aprile 2017

Niente di cosi strano,oramai mi aspetto ogni formacdi porcata da parte di questi signori. Girgenti acque è quanto dire.

Rispondi

vincenzo

20 maggio 2017

già ho pagato 1500€ la prossima bolletta più alta del dovuto procedo con la denunzia alla GDF mi hanno rotto le palle sti ladri e mafiosi di merda

Rispondi

Michele

23 maggio 2017

Ci vuole fortuna anche con la Procura. Qualche mese fa ho depositato nelle Procure di Sciacca ed Agrigento un copioso dossier-denuncia per un contatore sospetto che ha fatto registrare 1350 (milletrecentocinquanta) metri cubi di consumo in 8 mesi e ancora oggi vogliono 8000,00 euro. Ni' li corna...... Buffoni e ladri insieme a tutti quelli che li proteggono...compresa la deputazione regionale

Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.