DOM, 11 APRILE 2021

Anche ad Agrigento arriva l’iniziativa ‘Liberi dall’amianto’

Il progetto è stato promosso da Legambiente Sicilia attraverso la propria rete regionale degli Ecosportelli (scorri per leggere il resto)
Anche ad Agrigento arriva l’iniziativa ‘Liberi dall’amianto’

Claudia Casa

A 25 anni dalla l. 257/92 con la quale è stato messo al bando in Italia l’amianto ancora oggi si trova in buona parte diffuso, sotto varie forme, su tutto il territorio nazionale. La norma del ’92 prevedeva, tra i tanti strumenti indispensabili per la sua piena efficacia, l’approvazione dei Piani Regionali Amianto entro 180 giorni dalla sua pubblicazione, vista l’urgenza ambientale e soprattutto sanitaria che cominciava ad emergere. I ritardi sono stati paurosi e la nostra Regione non ha fatto eccezione, approvando solo nel 2014 (l.r. 10) il proprio programma di protezione ambientale volto al censimento, alla mappatura, alla rimozione ed allo smaltimento dei materiali contenenti amianto. Dal 2014 ad oggi, però, le attività di censimento e mappatura affidate dalla Regione alle amministrazioni comunali hanno prodotto risultati del tutto insufficienti a restituire il numero, l’ubicazione ed il livello di rischio delle strutture contenenti amianto: risultano, infatti, essere solo 69 su 390 le amministrazioni che hanno sin qui redatto il Piano Comunale Amianto e di queste solo una fa capo alla nostra provincia ed è quella di San Giovanni Gemini.

“Il Piano Comunale Amianto è un censimento obbligatorio per il quale risulta determinante la collaborazione dei cittadini in termini di autodenuncia, senza incorrere in sanzioni, dell’amianto presente, ad esempio, nelle proprie abitazioni (serbatoi per l’acqua, tubazioni, canne fumarie, rivestimenti murali, pavimentazioni, coperture, etc.)” afferma Claudia Casa, direttore di Legambiente Sicilia e presidente del Circolo Legambiente “Rabat” di Agrigento. “Perché questa macchina si metta decisamente in moto – continua la dirigente di Legambiente – vi è necessità di informare correttamente ed in modo esaustivo i cittadini sui pericoli per la salute e per l’ambiente derivanti dall’esposizione all’amianto. Il passo successivo è la stima sulla tipologia degli elementi in cemento amianto presenti negli edifici e sul loro stato di conservazione, per arrivare poi alla gestione in sicurezza della manutenzione o della dismissione dei manufatti gravemente danneggiati in ottemperanza alle vigenti normative. Le campagne di formazione ed informazione ai cittadini sono fondamentali in tal senso e costituiscono però una eccezione nel panorama regionale”.

Ed è proprio partendo da queste considerazioni che prende le mosse il progetto “LIBERI DALL’AMIANTO”, promosso da Legambiente Sicilia attraverso la propria rete regionale degli Ecosportelli insieme a Federcosumatori, Aduc, Omnia, Confconsumatori, Movimento Difesa del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori. Realizzato nell’ambito del Programma generale d’intervento 2015-2016 della Regione Siciliana con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico, il progetto mette a disposizione dei cittadini un sito internet dedicato (www.liberidallamianto.it) e degli sportelli informativi ai quali rivolgersi per sapere come si riconosce e cosa bisogna fare in presenza di amianto, organizza sul territorio incontri pubblici con esperti del settore, punta ad attivare “gruppi collettivi” per l’acquisto dei servizi di manutenzione, bonifica ed eventuale dismissione degli elementi contenenti amianto in modo da ottenere forti risparmi per gli utenti.

Ad Agrigento le attività avviate con il progetto, prima fra tutti l’apertura al pubblico dello sportello informativo, saranno promosse domani, sabato 18 marzo, dalle ore 17:00, a Porta di ponte con l’allestimento di uno stand e la distribuzione di apposito materiale informativo.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.