Opere abusive vicino le spiagge: scattano sigilli e denunce dopo operazione della Finanza

Scritto martedì 8 agosto 2017 13:05 da Commenta!

Molti cittadini sui social plaudono all’operazione posta in essere dai finanzieri nelle scorse ore al culmine di mesi di indagini

Fonte foto: meridionews.it

Fonte foto: meridionews.it

Una massiccia operazione lungo l’intera costa che dall’hinterland di Agrigento corre verso la Scala dei Turchi e le spiagge di Siculiana, un intervento capace di dimostrare l’esistenza di almeno 15 opere abusive le quali, oltre a sfregiare l’ambiente, provocano gravi danni al mare ed alle belle paesaggistiche: si può sintetizzare così l’azione che nelle scorse ore ha permesso di denunciare almeno dieci persone ed al contempo di indagare altri dieci soggetti in fase di identificazione.

Rampe di cemento sulla spiaggia per accedere alle abitazioni, scarichi abusivi verso il mare, terrazze, gazebo ed altre strutture che non solo hanno di fatto reso privati alcuni dei tratti più belli della nostra costa, ma hanno anche creato danni al territorio e sfregi a marne e costoni posti nelle vicinanze degli arenili.

Non solo denunce, ma anche sigilli tra Agrigento, Porto Empedocle, Realmonte e Siculiana: l’operazione è solo un primo passo, oltre all’accertamento del carattere abusivo degli interventi si lavorerà affinché avvenga il ripristino originale dei luoghi.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>