MER, 13 DICEMBRE 2017

Licata: è stato sfiduciato Angelo Cambiano

Seduta molto tesa quella del consiglio comunale di Licata dove, all'ordine del giorno, vi era la mozione di sfiducia contro l'oramai ex Sindaco: con 21 voti a favore, l'assise cittadina ha decretato la fine dell'amministrazione Cambiano (scorri per leggere il resto)
Licata: è stato sfiduciato Angelo Cambiano
Fonte foto: Teletua.com
Fonte foto: Teletua.com

Finisce dopo poco più di due anni l’avventura di Angelo Cambiano come primo cittadino di Licata; eletto il 31 maggio 2015, l’oramai ex Sindaco è stato sfiduciato nel corso del consiglio comunale di mercoledì il quale ha approvato la mozione che ha decretato lo scioglimento dell’amministrazione con 21 voti favorevoli.

La sfiducia era nell’aria, la presentazione della proposta era stata firmata infatti da numerosi consiglieri e, numeri alla mano, soltanto qualche ripensamento dell’ultim’ora dei trenta inquilini dell’aula consiliare poteva evitare la fine prematura dell’amministrazione guidata da Angelo Cambiano.

Nei due anni di governo della città, l’elemento che maggiormente ha caratterizzato l’esperienza di Cambiano riguarda la demolizione di numerose case abusive lungo la costa licatese in esecuzione delle sentenze degli anni passati della procura di Agrigento; l’azione delle ruspe ha avuto la ribalta nazionale sia per le tensioni interne all’opinione pubblica cittadina e sia per alcuni episodi inerenti presunte intimidazioni all’ex primo cittadino, il quale ha subito, tra le altre cose, il danneggiamento della residenza di campagna.

L’opposizione e parte dell’ex maggioranza ha accusato proprio Cambiano di sfruttare questa vicenda per cercare visibilità mediatica, accusa a cui lo stesso ex Sindaco ha risposto nelle scorse ore anche durante il consiglio comunale che ha decretato la sfiducia alla sua amministrazione: “La mozione di sfiducia è fasulla – ha tuonato Cambiano – non regge su motivazioni bere”; il clima in aula è stato teso dal primo all’ultimo minuto della seduta, poi infine dopo le dichiarazioni di voto dei consiglieri è arrivato il verdetto: 21 SI ed 8 NO.

La carica di Sindaco di Licata si dimostra tra le più ‘ballerine’ della provincia di Agrigento: da quando è stata introdotta l’elezione diretta del primo cittadino nel 1993, si sono alternati sei Sindaci e nessuno di loro è mai riuscito ad ottenere la riconferma; inoltre, l’amministrazione Cambiano è la seconda consecutiva che non riesce ad arrivare al terzo anno di mandato, visto che il predecessore Angelo Balsamo ha dovuto alzare bandiera bianca dopo appena un anno di Sindacatura nell’estate del 2014 a seguito di un’inchiesta per attività riguardanti la propria professione di avvocato; prima ancora, Angelo Graci, Sindaco dal 2008 al 2013, ha governato per diversi anni con il consiglio comunale commissariato e per alcuni mesi con l’ordine di divieto di dimora a Licata poi ritirato.

Adesso, proprio come nel 2014, la città è attesa da dieci mesi di commissariamento prima della convocazione di nuove consultazioni le quali dovrebbero svolgersi nella prossima primavera e si tratterà, in quel caso, delle seconde elezioni anticipate nel giro di appena tre anni.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è parte di un portale di più ampio respiro con ambito di interesse geografico limitato alla provincia di Agrigento. In un settore in fortissima evoluzione, una redazione ricca di collaboratori di grande esperienza ed obiettivi di informazione territoriale rapida e profonda, guideranno un percorso di crescita appena iniziato ma forte di grandi motivazioni, entusiasmo, responsabilità e vocazione all'innovazione ed alla trasparenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.