GIO, 14 DICEMBRE 2017

Tangenti ed appalti: condannato l’agrigentino Dario Lo Bosco, ex presidente RFI

La sentenza è giunta nelle scorse ore da Palermo: i legali dell'agrigentino si dicono però pronti a fare ricorso e stupiti per la condanna inflitta (scorri per leggere il resto)
Tangenti ed appalti: condannato l’agrigentino Dario Lo Bosco, ex presidente RFI

C’è anche l’agrigentino Dario Lo Bosco tra i condannati del processo scaturito dagli arresti effettuati nell’ottobre 2015: secondo il tribunale di Palermo, regge l’impianto accusatorio che ha visto tre imputati, tra cui per l’appunto l’agrigentino ex presidente di RFI, indagati per corruzione.

L’indagine era partita dall’arresto di un altro agrigentino, ossia l’imprenditore Massimo Campione, uscito poi dal processo grazie all’affidamento in prova che prevede l’estinzione del reato; sarebbe stato proprio Campione a pagare tangenti per un appalto relativo all’ammodernamento dei sistemi di comunicazione della Forestale.

Oltre a Lo Bosco, sono stati condannati anche Salvatore Marranca e Giuseppe Quattrocchi, entrambi ex dirigenti della Forestale; le pene sono di quattro anni e due mesi per Lo Bosco e Marranca e quattro anni e sei mesi per Quattrocchi.

Contro la sentenza, i legali di Lo Bosco hanno già annunciato ricorso al prossimo grado di processo: “La sentenza ci stupisce – commenta su LiveSicilia.it l’avvocato difensore dell’ex presidente di RFI – Attenderemo il deposito delle motivazioni per comprendere in base a quali elementi il giudice abbia ritenuto attendibile Campione Massimo che in altre sedi giudiziarie, invece, non lo è stato ritenuto.”

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è parte di un portale di più ampio respiro con ambito di interesse geografico limitato alla provincia di Agrigento. In un settore in fortissima evoluzione, una redazione ricca di collaboratori di grande esperienza ed obiettivi di informazione territoriale rapida e profonda, guideranno un percorso di crescita appena iniziato ma forte di grandi motivazioni, entusiasmo, responsabilità e vocazione all'innovazione ed alla trasparenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.