LUN, 16 OTTOBRE 2017

Immigrazione: sono 23 i migranti rintracciati dopo gli sbarchi tra Siculiana ed Agrigento

Proseguono le ricerche volte a fermare ed identificare coloro che sono entrati all'interno del territorio della Provincia di Agrigento dopo la recente ondata di sbarchi (scorri per leggere il resto)
Immigrazione: sono 23 i migranti rintracciati dopo gli sbarchi tra Siculiana ed Agrigento

Almeno in 23 sono stati rintracciati tra le decine sbarcati nel corso della giornata di sabato nell’agrigentino; Polizia e Carabinieri, dopo l’ondata massiccia di sbarchi (soltanto nello scorso fine settimana sono stati sette i barconi approdati), hanno continuato nei giorni successivi a controllare il territorio in cerca di migranti fuggiti subito dopo l’arrivo nelle nostre coste.

Nel corso delle ultime perlustrazioni, sono in tutto 23 coloro che sono stati rintracciati in provincia: in particolare, dodici sono stati fermati a Siculiana, dopo lo sbarco avvenuto a Torre Salsa sabato, mentre gli altri dieci sono stati sorpresi all’interno del centro storico di Agrigento.

I 23 migranti ritrovati sono stati denunciati e deferiti alla Procura della Repubblica per ‘ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato’; pur tuttavia, sono decine coloro che hanno fatto perdere le proprie tracce dopo i recenti sbarchi, dunque proseguiranno i controlli delle forze dell’ordine volti a recuperare ed identificare coloro che sono approdati all’interno della nostra provincia.

Dopo la pressione data da quanto accaduto nella giornata di sabato, forze dell’ordine e di soccorso hanno in qualche modo tirato il fiato grazie al peggioramento delle condizioni meteo tra domenica e lunedì che ha evitato ulteriori sbarchi; pur tuttavia la situazione resta tesa, con il Sindaco Firetto che ha anche scritto una lettera aperta al Ministro degli Interni, Marco Minniti, per chiedere maggiore sicurezza ed attenzione verso il nostro territorio alla luce dell’emergenza immigrazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.