GIO, 18 OTTOBRE 2018

Tensione alla stazione centrale: quaranta tunisini senza biglietto occupano il treno per mezzora

Una volta aperte le porte, in quaranta sono saliti a bordo e nonostante gli inviti a scendere per via della mancanza del biglietto hanno protestato a lungo danneggiando il mezzo (scorri per leggere il resto)
Tensione alla stazione centrale: quaranta tunisini senza biglietto occupano il treno per mezzora

Proprio sabato scorso alcuni automobilisti agrigentini hanno segnalato migranti tunisini appena sbarcati nella zona di Cannatello che, mentre camminavano lungo il ciglio della strada, chiedevano l’ubicazione della stazione ferroviaria.

Potrebbe trattarsi dello stesso gruppo, così come anche di altri migranti sbarcati nei mesi scorsi, fatto sta che circa quaranta tunisini hanno creato momenti di panico e tensione presso la stazione centrale di Agrigento dove, poco prima della partenza del treno verso Palermo delle 4:45, sono stati notati mentre si aggiravano tra il piano binari e la zona circostante.

Al momento dell’apertura delle porte del treno, i quaranta tunisini presenti sono entrati all’interno del mezzo; il loro obiettivo era, evidentemente, quello di raggiungere il capoluogo siciliano pur essendo sprovvisti di biglietto: a quel punto, quando il controllore ha chiesto l’esibizione del ticket, sono nati autentici momenti di tensione.

I tunisini infatti, invitati a scendere essendo senza gli appositi biglietti, hanno protestato a lungo impedendo anche la partenza del treno; sul posto è intervenuta la Polfer, così come anche gli uomini dell’Arma dei Carabinieri i quali hanno provveduto a far scendere dal mezzo i quaranta tunisini. Ma non sono mancati i problemi: alcuni membri del gruppo non volevano sentir ragioni, danneggiando anche una maniglia ed una vetrata del treno.

Pur tuttavia, alla fine i tunisini senza biglietto sono scesi ed il mezzo è partito con mezzora di ritardo verso Palermo; i quaranta che hanno creato tensione e disagio tra i pendolari presenti in stazione in quel momento, sono riusciti a fuggire e di loro non c’è alcuna traccia. La paura adesso è che, nei prossimi giorni, potrebbero esserci altri tentativi od episodi analoghi visto che l’obiettivo di chi è approdato presso le nostre coste negli ultimi mesi è quello di andare verso Palermo o comunque di raggiungere altre mete da cui poter partire verso il nord Italia od il nord Europa.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.