MER, 13 DICEMBRE 2017

Porto Empedocle: il botta e risposta che non aiuta nessuno

Scintille nell'ultimo consiglio comunale empedoclino: con le tante emergenze in corso nella città, l'ultima cosa che speravano di vedere i cittadini era un'assise litigiosa non in grado di portare avanti le principali questioni che affliggono la comunità (scorri per leggere il resto)
Porto Empedocle: il botta e risposta che non aiuta nessuno

Botta e risposta tra una maggioranza all’opposizione ed una minoranza al governo a Porto Empedocle; lo si era già detto al principio della nuova consiliatura, iniziata nel giugno 2016: il mancato premio di maggioranza alla lista all’epoca vincente, ossia quella del Movimento Cinque Stelle, avrebbe creato non poche difficoltà in seno all’assise comunale empedoclina.

Ed in effetti, quanto accaduto nella giornata di mercoledì, appare emblematico: l’amministrazione comunale guidata da Ida Carmina ha infatti abbandonato l’aula per protesta contro le modalità con le quali, secondo i rappresentanti grillini, i lavoro vengono portati avanti. In poche parole, come poi spiegheranno gli stessi esponenti del Movimento Cinque Stelle sui social, viene lamentata una costante assenza di numerosi consiglieri durante le sedute e ciò avrebbe comportato più volte nel corso di quest’anno la mancanza del numero legale.

Ma dall’altro lato, l’opposizione che, per l’appunto, è in realtà maggioranza in consiglio, respinge le accuse e riprende il comportamento dell’amministrazione; a rispondere a quanto accaduto mercoledì, è il consigliere Todaro: “L’abbandono dell’aula da parte dell’Amministrazione, nel corso dell’ultimo consiglio comunale, è stato un fatto grave e inaccettabile e ha impedito di fatto lo svolgimento di un confronto democratico su tematiche di interesse generale per la nostra comunità,  come le risposte che tanti cittadini si aspettano, sulle tante interrogazioni presentate dai vari consiglieri comunali che ad oggi non hanno mai avuto delle risposte, ne con i fatti ne tanto meno con delle risposte scritte.”

“Credo che oltre alla mancanza di rispetto – continua la nota del consigliere di Sicilia Futura – il ruolo del consigliere comunale in questo caso è stato mortificato da questo comportamento e ritengo quello successo in sede di consiglio comunale un fatto increscioso e inaccettabile nei confronti dei Consiglieri comunali ma soprattutto nei confronti di tutta la città. Ricordo all’Amministrazione Comunale che  questo consiglio da sempre  ha mostrato grande disponibilità votando tutte le delibere proposte (pochissime) e assumendosi sempre delle responsabilità, cosa che questa amministrazione continua a non fare, scappando al confronto con i consiglieri e dimostrandosi sempre inadatta e inadeguata ad amministrare la città  e i risultati sono sotto gli occhi di tutti gli empedoclini.”

Tra il ‘fuoco incrociato’ prodotto dalle reciproche accuse di amministrazione ed opposizione, l’unico dato certo appare che al di fuori di quell’aula consiliare c’è una città piena di emergenze e che rischia il definitivo tracollo economico e sociale: dalla questione rifiuti, risolta solo di recente ed al prezzo di diversi giorni di immondizia accumulata per le strade, ad un bilancio sempre più colabrodo in cui spesso si fatica a trovare la liquidità necessaria per pagare gli stipendi, per non parlare poi delle emergenze inerenti il lavoro e del fatto che, da un anno a questa parte, il comune è in dissesto finanziario.

In tutto questo, il botta e risposta a cui gli empedoclini assistono non alimenta certo un bel clima, né contribuisce a dare risposte significative alla cittadinanza, la quale non si aspetta di certo di vedere ‘spettacoli’ come quelli offerti dalle ultime assisi consiliari; la situazione in cui versa Porto Empedocle non è forse chiara né ad una parte dell’amministrazione, né ad una parte dell’opposizione: il rischio di vedere la ‘caduta’ di una città per anni traino dell’economia dell’hinterland agrigentino è dietro l’angolo e potrebbero non esserci altre prove d’appello per la locale classe dirigente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.