SAB, 18 AGOSTO 2018

Chiedono di essere ospitati in altra struttura e distruggono il centro d’accoglienza: arrestati due gambiani

Momenti di paura per gli altri ospiti e per l'educatrice rimasta di fatto ostaggio della furia dei due ragazzi arrestati (scorri per leggere il resto)
Chiedono di essere ospitati in altra struttura e distruggono il centro d’accoglienza: arrestati due gambiani

Si sono vissuti attimi e momenti di paura presso la comunità ‘Il Melgrano’ di Agrigento, dove due persone di origine africana ospiti del centro hanno tenuto letteralmente in ostaggio un’educatrice ed hanno distrutto molti oggetti della struttura.

Secondo quanto ricostruito dagli agenti della squadra Volanti della Polizia, giunti sul posto dopo la segnalazione dell’educatrice, i due protagonisti della vicenda hanno preteso di essere ospitati in un’altra struttura e, dopo le spiegazioni loro fornite circa i motivi dell’impossibilità di esaudire la richiesta, sono iniziati attimi di vero terrore; oltre a distruggere pc ed altri oggetti, i due avrebbero anche rinchiuso per una decina di minuti l’operatrice dentro il suo ufficio.

L’arrivo della Polizia ha poi calmato gli animi, con i due extracomunitari individuati ed arrestati e con l’operatrice che è potuta uscire dalla struttura; a finire in galera, in particolare, sono stati Kalema Camara e Lamin Minteh, entrami di nazionalità gambiana.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.