MAR, 21 NOVEMBRE 2017

‘Fiume Magazzolo inquinato dall’olio’: denuncia di MareAmico Agrigento

Secondo l'associazione non è la prima volta che in questo periodo dell'anno si registrano gravi episodi che rischiano di inquinare torrenti e falde acquifere (scorri per leggere il resto)
‘Fiume Magazzolo inquinato dall’olio’: denuncia di MareAmico Agrigento

Così come negli altri anni, anche in questo periodo della stagione autunnale dove viene ripresa la raccolta delle olive si registra una grave situazione da un punto di vista ambientale: in particolare, alcuni fiumi e torrenti nella nostra provincia si presentano con una patina d’olio ben evidente lungo il proprio percorso.

E’ il caso, ad esempio, del fiume Magazzolo; a denunciare il fatto è l’associazione ambientalista ‘MareAmico Agrigento’, la quale tramite foto e video ha fatto presente la situazione in cui versa il letto di uno dei corsi d’acqua più importanti del comprensorio riberese.

“Anche quest’anno – si legge in una nota dell’associazione – diversi imprenditori incoscienti del settore oliario, che operano nel bacino idrografico del fiume Magazzolo tra Ribera, Cianciana, Caltabellotta, Lucca Sicula e Burgio, invece di trasportare con le autobotti sigillate le acque di vegetazione prodotte dalla molitura delle olive nei depuratori abilitati o spanderli nei propri terreni autorizzati, come prevede la normativa, li disperdono in natura.”

Da più parti si chiede un aumento dei controlli al fine di prevenire i gravi danni ambientali derivanti da una pratica, quale quella dello sversamento dell’olio nei corsi d’acqua, che rischia di inquinare falde e terreni.

Di seguito, il video inviato da MareAmico:

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è parte di un portale di più ampio respiro con ambito di interesse geografico limitato alla provincia di Agrigento. In un settore in fortissima evoluzione, una redazione ricca di collaboratori di grande esperienza ed obiettivi di informazione territoriale rapida e profonda, guideranno un percorso di crescita appena iniziato ma forte di grandi motivazioni, entusiasmo, responsabilità e vocazione all'innovazione ed alla trasparenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.