MAR, 21 NOVEMBRE 2017

Elezioni Sicilia, Di Maio (M5S): “Da domani nostro competitor sarà chi non ha votato”

"Coloro che dicevano che eravamo un movimentino destinato a scomparire, qui in Sicilia oggi hanno avuto la smentita. Siamo all'incirca mezzo milione di voti e andremo anche oltre", così commenta i risultati elettorali il leader del m5s Luigi Di Maio. (scorri per leggere il resto)
Elezioni Sicilia, Di Maio (M5S): “Da domani nostro competitor sarà chi non ha votato”

A poche ore dalla conclusione dello spoglio per le elezioni regionali in Sicilia, Luigi Di Maio e Giancarlo Cancelleri commentano i risultati elettorali- non ancora definitivi ma già attestanti la sconfitta del M5s alla presidenza della Regione- in diretta dal comitato elettorale di Caltanissetta. Poche parole per il candidato M5s Cancelleri che, presa la parola dinnanzi ai suoi elettori, ha voluto anzitutto ringraziare tutti coloro che lo hanno sostenuto, a partire dalla sua famiglia e dal leader del movimento Luigi Di Maio: “Non ho chiamato Musumeci per congratularmi della vittoria. Perché altrimenti avrei dovuto chiamare tutti quelli che hanno vinto oggi”, ha detto a conclusine del suo intervento il candidato grillino che è arrivato solo secondo a Nello Musumeci (centro-destra) nella corsa alla presidenza della Regione Siciliana.

Nonostante la sconfitta per la presidenza della Regione Siciliana, il Movimento Cinque stelle si conferma però come la forza politica più accreditata in molte città dell’isola: “Siamo l’unica forza politica solida del Paese  perché abbiamo raddoppiato i voti del partito di Berlusconi e triplicato quelli del partito di Matteo Renzi”- commenta il  leader del M5s Di Maio a poche ore dal suo ritiro dal confronto pubblico con Renzi che era previsto per domani su La7- “Coloro che dicevano che eravamo un movimentino destinato a scomparire, qui in Sicilia oggi hanno avuto la smentita. Siamo all’incirca mezzo milione di voti e andremo anche oltre”. Nel commentare i risultati elettorali dei cosiddetti “impresentabili”, Di Maio anche fatto un esplicito riferimento a Luigi Genovese – figlio di Francantonio Genovese e oggi diventato deputato regionale di Forza Italia con ben 18mila preferenze a Messina, sostenendo come gli “altri” avrebbero vinto grazie a “bambini prodigio che, tutto ad un tratto, riescono ad ottenere 20mila voti dal nulla”. Per il M5s e per il suo leader si aprirà però nei prossimi giorni un’altra dura battaglia, ovvero quella per le elezioni nazionali: “Da domani il nostro interlocutore o il nostro competitor non saranno più Renzi, Salvini, Berlusconi, Meloni ma saranno coloro che non credono che le cose possono cambiare, saranno coloro che hanno deciso di non andare a votare”, ha concluso Luigi Di Maio, “credo molto nel fatto che nei prossimi quattro mesi l’onda che è partita in Sicilia ci potrà portare di fronte al Presidente della Repubblica a chiedere l’incarico di governo per un governo del M5s”.

 

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è parte di un portale di più ampio respiro con ambito di interesse geografico limitato alla provincia di Agrigento. In un settore in fortissima evoluzione, una redazione ricca di collaboratori di grande esperienza ed obiettivi di informazione territoriale rapida e profonda, guideranno un percorso di crescita appena iniziato ma forte di grandi motivazioni, entusiasmo, responsabilità e vocazione all'innovazione ed alla trasparenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.