MER, 20 GIUGNO 2018

Trovato morto un senza tetto sotto i portici di piazzale Rosselli

A perdere la vita è stato Calogero Mossuto, che da tempo viveva tra il piazzale dinnanzi il cine Astor ed i portici di piazza Rosselli: è stato un passante a segnalare l'accaduto alla Polizia (scorri per leggere il resto)
Trovato morto un senza tetto sotto i portici di piazzale Rosselli

Era diventato oramai una presenza fissa nelle giornate degli agrigentini, i quali lo vedevano ad ogni ora del giorno tra l’ingresso del Cine Astor ed i portici della Posta Centrale o di piazza Rosselli; tanti i problemi alle spalle di Calogero Mossuto, che aveva scelto come ‘dimora’ le strade del centro di Agrigento: nelle scorse ore però, proprio sotto i portici di piazzale Rosselli, il clochard è stato trovato senza vita.

Una segnalazione, giunta da un passante, ha fatto accorrere sul posto gli uomini della Polizia i quali però non hanno potuto fare altro che constatare il decesso; problemi economici, ma anche personali oppure difficili scelte di vita, di certo da qualche anno a questa parte il fenomeno delle persone rimaste senza un tetto sopra la testa appare in aumento ad Agrigento come nel resto della provincia.

Lo scorso anno a Canicattì ha fatto scalpore la morte di un clochard, a cui è toccata la stessa sorte triste che il destino ha riservato a Calogero Mossuto; durante i giorni più freddi dell’anno, Vigili Urbani o volontari della Caritas hanno spesso cercato di convincere il senza tetto morto nelle scorse ore a trovare un riparo.

I clochard agrigentini vivono spesso in edifici abbandonati od in ripari di fortuna, un problema che è emerso ad esempio nel momento di ricominciare i lavori per il pluripiano di piazza Rosselli: all’interno dell’incompiuta, in tanti avevano trasformato i locali in veri e propri appartamenti di fortuna; non solo extracomunitari, ma anche famiglie agrigentine rimaste senza lavoro o sostentamento.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è parte di un portale di più ampio respiro con ambito di interesse geografico limitato alla provincia di Agrigento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.