GIO, 18 OTTOBRE 2018

Letteratura, sette titoli per “L’archivio dell’ispettore Di Falco”

Giovanni Di Falco nasce vicino al mare siciliano, da un padre poliziotto di cui sin da piccolo decide di seguire le orme, dato l’entusiasmo precoce per le volanti ei film polizieschi: i suoi sogni rimangono infatti i distintivi e le pistole usate nel nome della giustizia. È così che con determinazione studia all’Accademia, diventa Vice Brigadiere eottiene la sua prima assegnazione a Torino. Di Falco a inizio carriera è considerato (scorri per leggere il resto)
Letteratura, sette titoli per “L’archivio dell’ispettore Di Falco”

Giovanni Di Falco nasce vicino al mare siciliano, da un padre poliziotto di cui sin da piccolo decide di seguire le orme, dato l’entusiasmo precoce per le volanti ei film polizieschi: i suoi sogni rimangono infatti i distintivi e le pistole usate nel nome della giustizia. È così che con determinazione studia all’Accademia, diventa Vice Brigadiere eottiene la sua prima assegnazione a Torino.

Di Falco a inizio carriera è considerato un poliziotto atipico, tanto da essere scambiato per un elemento sovversivo della sinistra estrema: studia ancora Scienze Politiche e veste, quando non ha la divisa, jeans e scarpe di ginnastica, portando nella tasca posteriore dei pantaloni una copia del quotidiano “La Repubblica”. È proprio questo suo look a renderlo sospetto: presunto terrorista. Come tale, Di Falco sventa il pedinamento del collega che avrebbe voluto smascherarlo, mostrando un’arguzia che lo condurrà a essere assunto dagli uffici della DIGOS, per cominciare così a risolvere i casi più pericolosi e a essere finalmente un poliziotto che operain prima linea.

La sua visione del mondo è razionale e analitica, il suo carattere riflessivo; è amato da tutti, pur se professionalmente molto esigente. E’ rispettato persino dai criminali per le sue doti umane. Questi aspetti del suo carattere permetteranno il nascere di un’amicizia con un collega che si trasformerà in una vera e propria forza professionale: Ombra, il poliziotto romano che gli salva la vita durante un attacco terroristico, diventa infatti prima un caro amico, poi il braccio pronto all’azione di una mente investigativa e indagatrice.

“L’Archivio dell’Ispettore Di Falco” è la serie di audiobook distribuiti da GOODmood, che raccoglie i più salienti intrighi polizieschi della squadra investigativa costituita dall’ispettore Di Falco e dell’inseparabile Ombra;portano la firma dello scrittore siciliano Fabio Fabiano, anch’egli poliziotto – come il padre- e laureato in Scienze Politiche, esattamente come il suo personaggio principale. La serie “L’Archivio dell’Ispettore Di Falco”, interpretata magistralmente daAlberto Caneva, professionista del doppiaggio italiano, e prodotta da Fabio Fabiano, raccoglie numerose indagini dell’Ispettore Di Falco che lo vedono coinvolto via via in intrighi sovversivi, questioni mafiose,storie di gelosiasicula,casi diinteresse internazionale.

La versione audiobook dell’”Archivio Ispettore Di Falco”attualmente è composta da sette titoli letti in lingua siculo-italiana (Lu PupuduZiuTanu, U TabutuduPiscimortu, U Miraculu da Maria e U San Calò, MauMau e L’Intercettazione, U LiccuduPilu, Saramonica e Mani Virdi, A Cartedda di Babbaluci).

La trama è ricca di suspense ma anche di momenti di comicità, perché come è solito dire Di Falco in merito al suo mestiere di poliziotto “I soldi sono pochi ma le risate tante”.

Il doppiaggio avvincente di Alberto Caneva facilita l’immersione dell’audio lettore in casi che, pur non facendo riferimento a persone o a fatti realmente accaduti, affrontano tematiche di graffiante realismo.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.