VEN, 19 OTTOBRE 2018

Gianfranco Micciché eletto presidente dell’ARS

Seduta tesa ed infuocata, alla fine si è arrivati all'elezione di Micciché come nuovo numero uno di Sala d'Ercole (scorri per leggere il resto)
Gianfranco Micciché eletto presidente dell’ARS

E’ stata una seduta infuocata ma, alla fine, è arrivata come previsto l’elezione del nuovo presidente dell’ARS: Gianfranco Micciché, ex sottosegretario e segretario regionale di Forza Italia, torna ad occupare lo scranno più alto di Sala d’Ercole a distanza di nove anni.

A lui sono andati 39 voti sul minimo di 35 richiesto dal quorum della terza votazione, dopo che le prime due di venerdì non avevano dato esito positivo per appena un voto; ma prima della proclamazione, un vero e proprio giallo: il deputato dell’UDC, Giovanni Bulla, dopo aver votato ha mostrato la scheda verso il banco del governo. Il voto è segreto, dunque un’azione del genere ha comportato l’inizio di un’autentica bagarre: alla fine, la votazione è stata annullata e si è dovuto procedere ad una seconda chiamata.

La tensione però in sala d’Ercole è stata palpabile, specie dopo la scoperta del voto mostrato da Bulla pubblicamente in aula; il M5S ha fatto convergere i propri voti su Margherita La Rocca Ruvolo, deputata UDC, con l’obiettivo di andare a spaccare la maggioranza.

Pur tuttavia, alla fine Micciché ha ottenuto 39 voti su 70: quorum superato ed elezione avvenuta; 20 preferenze sono andate a La Rocca Ruvolo, 7 a Di Pasquale, una a Tancredi, una a Fava ed una a Turano.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.