DOM, 16 DICEMBRE 2018

Ricatta la sua ex minacciando di diffondere foto intime: arrestato agrigentino

Triste storia, ma purtroppo molto comune: una ragazza è rimasta in balia del suo ex per diversi mesi, minacciata più volte da un ragazzo che, in caso di mancati ulteriori rapporti sessuali, prometteva di diffondere in giro foto compromettenti (scorri per leggere il resto)
Ricatta la sua ex minacciando di diffondere foto intime: arrestato agrigentino

Non aveva accettato la fine della loro storia e, per continuare ad avere rapporti con la sua ex ragazza, non ha esitato a minacciarla anche con veri e propri ricatti sessuali; ecco la grave accusa mossa contro un agrigentino di 26 anni, arrestato nelle scorse ore dai Carabinieri di Agrigento dopo aver esaminato diverso materiale che inchioda il ragazzo e dopo, soprattutto, la testimonianza della sua ex ragazza la quale ha confermato le accuse durante un interrogatorio alla presenza di una psicologa.

E’ una storia triste, ma purtroppo molto più comune in tutta Italia di quanto si possa pensare, quella che è emersa dalle indagini degli uomini dell’Arma; il ragazzo aveva nel suo telefonino immagini della sua ex in atteggiamenti intimi od in pose ‘compromettenti’ e, tali scatti, venivano utilizzati per ricattare la giovane: se infatti lei non avesse acconsentito a nuovi rapporti sessuali, allora il ragazzo avrebbe inviato ad amici, parenti e persone terze quelle foto.

La storia è andata avanti per diverso tempo; i Carabinieri hanno anche notato, durante le indagini, il tentativo del ragazzo di sbarazzarsi di alcune chat sui social che compromettevano la sua posizione: a complicare il quadro, anche il fatto che la ragazza in questione fosse minorenne.

Adesso per il ventiseienne sono scattati gli arresti, disposti dal GIP Francesco Provenzano; il ragazzo accusato si trova presso il carcere Petrusa di Agrigento.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.