MER, 14 NOVEMBRE 2018

Bilancio approvato in ‘zona Cesarini’

Aula Sollano approva il bilancio: alcuni rumors, non confermati, nelle scorse ore parlavano addirittura della possibilità di dimissioni del Sindaco Firetto in vista delle elezioni nazionali. Domani proprio il primo cittadino sarà in conferenza stampa per tracciare un resoconto dell'anno che volge al termine (scorri per leggere il resto)
Bilancio approvato in ‘zona Cesarini’

Alla fine il bilancio è passato: dopo la caduta del numero legale durante la seduta di giovedì, con mal di pancia poco celati da parte di pezzetti della maggioranza ed un’opposizione all’attacco della giunta Firetto, in questo venerdì è arrivato il tanto atteso via libera allo strumento finanziario del 2017.

Un vero e proprio consuntivo in realtà, visto che l’anno è oramai praticamente finito; pesano, sul bilancio e sulla stabilità della tenuta dei conti di palazzo dei Giganti, gli spettri del dissesto finanziario al momento comunque evitato.

In questa mini sessione di bilancio però, nei corridoi della sede del Municipio sono stati registrati non pochi ‘mal di pancia’ di una maggioranza che ha adesso pochi consiglieri in più rispetto all’opposizione; proprio tra gli scranni della minoranza è emerso, nella giornata di giovedì, un comunicato in cui provocatoriamente i rappresentanti dei partiti che non sostengono l’amministrazione Firetto hanno consigliato al Sindaco di ‘cercarsi una maggioranza’.

In città sono anche circolati rumors circa la possibilità delle dimissioni del primo cittadino per la possibile candidatura alle prossime nazionali, voci però non confermate ma che danno idea del clima che si respira in seno ad Aula Sollano in questa chiusura d’anno.

Sabato comunque, presso la Sala della Giunta, si terrà la conferenza stampa proprio del Sindaco Firetto il quale traccerà un consuntivo del 2017.

 

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.