LUN, 18 GIUGNO 2018

Domenica le celebrazioni per il cinquantesimo anniversario del terremoto del Belice: sarà presente anche Mattarella

Il Capo dello Stato sarà a Partanna per dare il via alla giornata di commemorazione: iniziative anche nei due comuni agrigentini più colpiti dal sisma, ossia a Montevago e Santa Margherita Belice (scorri per leggere il resto)
Domenica le celebrazioni per il cinquantesimo anniversario del terremoto del Belice: sarà presente anche Mattarella

Domenica sarà una giornata importante per il Belice e per tutto l’agrigentino; sarà infatti celebrato il cinquantesimo anniversario del terremoto che, nella notte tra il 14 ed il 15 gennaio scorso, ha distrutto diversi comuni belicini a cavallo delle province di Agrigento, Trapani e Palermo.

A contare il maggior numero di vittime è stata la comunità di Montevago, paesi come Gibellina, Salaparuta, Santa Ninfa e Poggioreale sono stati spazzati via, danni anche a Santa Margherita Belice, Menfi, Castelvetrano, Salemi e Sciacca; la scossa principale, che ha avuto un’intensità simile a quella de L’Aquila del 2009, è stata avvertita anche ad Agrigento ed ha svegliato la città dei templi nel cuore della notte.

Alla fine di quelle terribili giornate, sono stati contati quasi 400 morti: si è trattato del primo grande terremoto successivo alla seconda guerra mondiale in Italia, il clamore mediatico ha varcato anche i confini nazionali.

Domenica 14 gennaio, a partire dalle ore 10:30, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella sarà presente a Partanna per iniziare la giornata di commemorazioni; sarà presente anche il presidente della Regione, Nello Musumeci, assieme ai rappresentanti dei Sindaci del Belice.

Sono previste iniziative in tutti i centri colpiti dalla scossa di oramai mezzo secolo fa: a Montevago sarà presente l’arcivescovo Montenegro, alle 16:00 invece a Santa Margherita Belice sarà inaugurato il museo della memoria; la popolazione del Belice inoltre, ha anche annunciato di voler sfruttare l’eco mediatica del cinquantesimo anniversario per denunciare come, ancora oggi, i lavori di ricostruzione non sono terminati ed alcuni aspetti delle vicende post sisma non sono mai stati del tutto chiariti.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è parte di un portale di più ampio respiro con ambito di interesse geografico limitato alla provincia di Agrigento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.