MAR, 20 AGOSTO 2019

“Il metodo di Renzi è inammissibile”: i giovani democratici di Agrigento si autosospendono

"Non possiamo accettare tutto questo. Non lo accettiamo perché è una enorme mancanza di rispetto verso tutti quei militanti che da anni sacrificano il loro tempo per questo partito". (scorri per leggere il resto)
“Il metodo di Renzi è inammissibile”: i giovani democratici di Agrigento si autosospendono

Pubblichiamo integralmente il comunicato scritto dai componenti della Federazione Giovani Democratici di Agrigento, in segno di protesta contro le “logiche” politiche utilizzate in questi giorni dal Partito Democratico di Matteo Renzi per la composizione delle liste elettorali. Una strada- quella dell’autosospensione – ritenuta come “l’unica che può riuscire a far capire quanto sia lontana la base da questo Partito Democratico”.

“Abbiamo chiesto, nel rispetto del nostro statuto e dei valori di pluralità che ne stanno alla base, un legittimo coinvolgimento dei territori, dei loro militanti e dirigenti . Lo abbiamo fatto nelle sedi opportune e di tutti i livelli , perché è così che in un partito “democratico” dovrebbero essere affrontate e decise le vicende di una comunità. Fino alla fine abbiamo sperato che la segreteria nazionale potesse prendere in considerazione le nostre legittime richieste. Oggi , invece, ci ritroviamo costretti dal Partito Democratico a sostenere nella nostra provincia, candidati che nulla hanno in comune con la nostra storia politica, con i nostri ideali, con la nostra militanza.

Il metodo messo in campo dal nostro segretario Matteo Renzi è inammissibile ed inaccettabile. In questi mesi abbiamo assistito ad una predominanza dei “fedelissimi” , su una comunità che ha come principi cardine l’ unità e la condivisione. Come si può ignorare tutto questo? In una notte, ciò per cui il PD esiste, per cui il PD è nato, è stato spazzato via, calpestato da una logica figlia di un modo di intendere la politica che non ci appartiene. Non possiamo accettare tutto questo. Non lo accettiamo perché è u na enorme mancanza di rispetto verso tutti quei militanti che da anni sacrificano il loro tempo per questo partito.

Piuttosto che scrivere a malincuore queste righe, avremmo voluto partecip are ad una campagna elettorale che tramite la celebrazione delle primarie, come da statuto, ci avesse resi partecipi nella scelta dei nos tri rappresentanti. Cosa è rimasto di quel Partito Democratico che ha acceso la nostra passione verso la politica? Il segretario nazionale, da sempre, si candida ad essere il riferimento delle nuove generazioni ma ad oggi , l’unico dato che emerge è la scarsa fiducia dei giovani verso questo partito anche e soprattutto nella provincia con il più alto tasso di emigrazione giovanile. Non possiamo e non vogliamo fare campagna elettorale per il “PARTITO DI RENZI”.

Per queste ragioni, i Giovani Democratici della federazione di Agrigento, si autosospendono. Voteremo Partito Democratico perché , nonostante tutto , siamo convinti che rimanga l ’unica proposta seria per il Paese, ma non parteciperemo attivamente alla campagna elettorale.Questa è la posizione dei Giovani Democratici della provincia di Agrigento, consapevoli di dare voce a tanti simpatizzanti, militanti e dirigenti. Questo documento è rivolto a chi ha compiuto queste scelte ingiuste verso la nostra comunità ma soprattutto a tutti i militanti e dirigenti di ogni provincia che non le condividono. A questi ultimi chiediamo di unirsi a noi per far rispettare la nostra storia, fatta di valori non negoziabili. Questa scelta è inevitabile. E d’altronde, l’unica che può riuscire a far capire quanto sia lontana la base da questo Partito Democratico”.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.