GIO, 24 MAGGIO 2018

Molte aspettative, vittoria ‘sfumata’ nonostante ottimi riconoscimenti

Agrigento non ce l'ha fatta, ma rimane comunque positiva la presenza della nostra città tra le dieci finaliste: domani conferenza stampa al comune (scorri per leggere il resto)
Molte aspettative, vittoria ‘sfumata’ nonostante ottimi riconoscimenti

E’ Parma la città Capitale della Cultura 2020. Ad annunciarlo, poco dopo le 11 di questa mattina, il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, nel corso della cerimonia che si è svolta nella Sala Spadolini del Mibact a Roma.

Nulla di fatto quindi per Agrigento che era arrivata in finale insieme a Bitonto, Casale Monferrato, Macerata, Merano, Nuoro, Piacenza, Reggio Emilia e Treviso oltre alla città che porta a casa l’ambito riconoscimento insieme ad un milione di euro per il finanziamento di numerose attività. A questo si aggiunge anche un finanziamento da parte dell’Enel per un progetto elettrico i cui dettagli verranno forniti in seguito.

Le aspettative erano tante per Agrigento, molti gli elementi che facevano ben sperare e che purtroppo sono svaniti. Per la Città dei Templi il riconoscimento della “creatività della produzione culturale per rilanciare l’attrattività nei confronti dei visitatori”.

Nel corso del discorso che ha preceduto l’annuncio ufficiale, il presidente della commissione ha espresso altri meriti per la città siciliana: “I progetti che ci sono stati presentati in queste settimane sono stati messaggi in bottiglia che hanno dato l’immagine del nostro Paese in parte diversa da quella che siamo abituati a vedere. Ci hanno raccontato la straordinaria capacità delle nostre comunità. Capacità di risalire su imbarcazioni qualche volta travolta dalle tempeste per ripartire senza lamenti e senza recriminazioni. Se esiste un tratto comune a molte delle città che si sono presentate, è la tenuta civile del desiderio di riscatto davanti a grandi difficoltà. Abbiamo ascoltato progetti pieni della volontà di riscattare le violenze operate sul territorio e su paesaggi naturali e storici fra i più straordinari del mondo come quello di Agrigento”.

Nel frattempo, per sabato è stata confermata, alle 11, la conferenza stampa all’ex collegio dei Filippini. Sarà l’occasione da parte del sindaco Firetto per ringraziare tutti coloro i quali hanno creduto e sostenuto il progetto.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.