LUN, 24 SETTEMBRE 2018

Licata, i “cronisti in erba” del Megafono del Leopardi hanno incontrato Francesco Pira

Per oltre un’ora e mezza sono fioccate domande molto precise su giornalismo cartaceo e on line, la Sicilia, la mafia, l’ambiente, e anche le esperienze professionali del sociologo e giornalista Francesco Pira, docente di comunicazione e giornalismo presso il Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne dell’Università di Messina che giovedì, 22 febbraio , presso la scuola Don Milani,  ha incontrato gli alunni che partecipano al progetto “Con il giornale a (scorri per leggere il resto)
Licata, i “cronisti in erba” del Megafono del Leopardi hanno incontrato Francesco Pira

Per oltre un’ora e mezza sono fioccate domande molto precise su giornalismo cartaceo e on line, la Sicilia, la mafia, l’ambiente, e anche le esperienze professionali del sociologo e giornalista Francesco Pira, docente di comunicazione e giornalismo presso il Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne dell’Università di Messina che giovedì, 22 febbraio , presso la scuola Don Milani,  ha incontrato gli alunni che partecipano al progetto “Con il giornale a scuola”. Il sociologo licatese, che anche negli anni passati ha portato il suo contributo e la sua esperienza al laboratorio di giornalismo, ha conversato con i giovanissimi cronisti in erba e ha risposto alle molteplici domande e curiosità in tema di comunicazione e informazione cartacea e sul web, di gossip, di bullismo e cyberbullismo e del ruolo dei genitori nella formazione e nella gestione del web da parte degli adolescenti. Ma anche dei recenti fatti di cronaca e, di quello che sembra un nuovo fenomeno, di violenza verbale e fisica dei genitori e degli alunni nei confronti degli insegnanti. Questi i nomi dei ragazzi dei giovani redattori del progetto Con il giornale a scuola: Serena Magliarisi, Ausilia Scrimali, Elisa Cusumano, Giorgia Augusto, Karol Lombino, Alessandra Cuttaia, Martina Costanza, Miriam Federico, Aurora Casano, Alessia Costanza, Rebecca Gibaldo, Roberta Cipriano, Giulia Castellino, Federica Massaro, Carlotta Cello, Cristina Magliarisi, Annachiara Mulè, Andrea Vinci, Maria Chiara Gueli, Lara Corvitto.

Ad aprire e chiudere l’incontro il docente responsabile del progetto Giuseppe Mistretta, una lunga esperienza nel giornalismo attivo e scolastico, oltre a tantissimi anni di docenza non soltanto in scuole siciliane ma anche al nord. Con il giornale scolastico “Il Megafono”, l’insegnante Giuseppe Mistretta, e gli alunni che si sono succeduti nei vari anni scolastici ha vinto importanti premi a livello nazionale e regionale. “E’ stato un pomeriggio – ha detto il professor Pira al termine dell’incontro – molto emozionante e sono rimasto sorpreso dalla capacità degli alunni dell’Istituto Leopardi nell’affrontare argomenti di attualità che conoscevano benissimo. Così come la struttura del giornale e il lavoro del giornalista. Mi complimento con il docente Giuseppe Mistretta, con il Dirigente dell’Istituto Leopardi, professor Maurizio Buccoleri per la qualità di questo progetto. E lo dico da docente di giornalismo e da giornalista”.

Francesco Pira e Giuseppe Mistretta sono legati da una lunga amicizia e lo hanno raccontato ieri ai giovanissimi cronisti parlando anche dei valori dell’amicizia. Apprezzamento per l’incontro con Pira è stato espresso dal Dirigente Scolastico dell’Istituto Leopardi, Maurizio Buccoleri: “ci sono eventi che rimangono scolpiti nei nostri ricordi e pomeriggi come quello di oggi lo sono; i nostri piccoli allievi ricorderanno per sempre questi momenti e chissà se tra di loro qualcuno intraprenderà la strada del giornalismo. In ogni caso, l’esperienza formativa e la crescita umana e culturale di tutta l’attività progettuale, incontro di oggi compreso, costituiscono belle pagine di scuola in una società in cui spesso ascoltiamo episodi disdicevoli anche all’interno delle istituzioni scolastiche”.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.