MER, 20 GIUGNO 2018

Camastra: sciolto il consiglio comunale per presunte infiltrazioni mafiose

Sciolto il consiglio comunale, il decreto è arrivato dopo l'ultimo consiglio dei Ministri. (scorri per leggere il resto)
Camastra: sciolto il consiglio comunale per presunte infiltrazioni mafiose

Il municipio di Camastra – fonte foto: TeleTua

Dopo l’approvazione durante l’ultima riunione del consiglio dei ministri, da Palazzo Chigi è arrivato il via libera al decreto di scioglimento del consiglio comunale di Camastra per presunte infiltrazioni mafiose.

Tutto è partito dall’inchiesta Vultur, con la quale si è colpita al cuore la locale cosca di cosa nostra che, stando al racconto degli inquirenti, sarebbe capeggiata dall’anziano boss Rosario Meli; l’inchiesta ha fatto emergere i tentativi di ingerenza della locale famiglia mafiosa all’interno del comune.

Ad essere stato sciolto è quindi il consiglio comunale del piccolo centro agrigentino, mentre il primo cittadino Angelo Cascià proseguirà con la sua attività fino alla scadenza del mandato fissata per giugno; il Sindaco, in queste ore, ha dichiarato di sentirsi fiducioso nell’azione degli inquirenti e dello Stato e che, carte alla mano, il suo è sempre stato un operato volto a combattere la criminalità organizzata.

Il provvedimento di scioglimento del consiglio comunale era comunque nell’aria: il paese si prepara quindi a vivere importanti ed intensi mesi.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è parte di un portale di più ampio respiro con ambito di interesse geografico limitato alla provincia di Agrigento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.