DOM, 23 SETTEMBRE 2018

A Favara scoppiano le polemiche dopo l’editoriale di Attilio Bolzoni

Il sindaco Anna Alba invita l'editorialista e scrittore a ripresentarsi a Favara ed a chiedere scusa dopo le parole espresse in un suo recente articolo. (scorri per leggere il resto)
A Favara scoppiano le polemiche dopo l’editoriale di Attilio Bolzoni

Stanno suscitando reazioni di sdegno, a Favara e non solo, le parole contenute in un editoriale di Attilio Bolzoni, giornalista di La Repubblica, il quale nei giorni scorsi ha attaccato la comunità favarese rea di non aver partecipato alla presentazione del suo libro “La mafia dopo le stragi”.

Il giornalista, in particolare, ha commentato la circostanza secondo cui, presso il locale dove doveva tenersi la presentazione, non si è presentato nemmeno un visitatore attribuendo il fatto alla mancanza di volontà, da parte dei favaresi, di parlare di mafia e criminalità organizzata.

“Mafia che non spara più ma che rimane mafia – si legge, tra l’altro, nell’editoriale di Bolzoni – meno plateale e sempre potente e sempre in grado di condizionare il territorio”, alludendo dunque alla possibilità che, dietro la mancanza totale di presenze alla presentazione del libro, possa in qualche modo esserci lo zampino del condizionamento mafioso.

Sui social, sono stati numerosi i favaresi che hanno respinto le accuse velate nell’editoriale di Bolzoni; una levata di scudi piovuta contro quello che, secondo molti cittadini di Favara, altro non è che un pensiero frutto di uno stereotipo legato al passato. Il sindaco Anna Alba ha espresso, nelle scorse ore, la propria condanna alle parole espresse nell’editoriale, invitando Bolzoni a chiedere scusa alla città ed a tornare per poter parlare della comunità senza essere condizionato da quanto accaduto nel giorno della presentazione.

Una polemica dunque, destinata ad andare avanti con diversi favaresi che adesso aspettano le eventuali nuove repliche da parte dell’autore dell’articolo incriminato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.