MER, 15 AGOSTO 2018

Carmen Consoli e le prove nel suo salone con la parmigiana della mamma

Presentato in conferenza stampa il Carmen Consoli & Friends per Namastè. (scorri per leggere il resto)
Carmen Consoli e le prove nel suo salone con la parmigiana della mamma

CATANIA – Carmen Consoli ha presentato il concerto che terrà il 1 giugno a Catania, «Carmen Consoli & Friends per Namastè». Un progetto illustrato presso la sede del comune, nel quale la cantante etnea ha voluto fortemente il coinvolgimento di una grande band che vedrà, tra gli altri, Massimo Roccaforte e Denis Marino alle chitarre, Adriano Murania alla viola e violino insieme a Emilia Belfiore, Claudia della Gatta al violoncello, Marco Siniscalco al basso e contrabbasso, Max Dedo alla tromba e chitarra acustica, Concetta Sapienza ai fiati, Antonio Marra alla batteria, Alessandro Monteduro alle percussioni, Roberto Procaccini ed Elena Guerriero alle tastiere. Ma saranno anche numerosi i colleghi che accorreranno a Catania per raccogliere fondi e regalare una casa propria ai ragazzi della Onlus Namastè, affetti da disabilità mentali.

“In questo caso da sola non riesco a fare alcunché  ha affermato la Consoli in conferenza stampa – almeno non abbastanza: ho bisogno dei miei amici e colleghi. E anche questa volta, come sempre, sono accorsi Elisa, Samuele Bersani, Max Gazzè, Daniele Silvestri, Mario Venuti, Bandabardò e Marina Rei. E anche Emma Dante sta scrivendo per noi. La musica sembra un valore extrasociale invece con essa spero di riuscire a realizzare un sogno”.

Presenti in conferenza anche il sindaco di Catania Enzo Bianco e Laura Boria, anima della Onlus. “Mi è arrivata una lettera – spiega ancora la Consoli – dove mi si chiedeva di cantare insieme ai ragazzi. Sono andata a trovarli e ho avuto un’accoglienza meravigliosa. Avevano imparato a memoria tutte le mie canzoni, hanno cantato l’Ultimo bacio meglio di me. Ho visitato la casa e visto le stanze: i colori, i profumi, sono quelli che dà una mamma quando si prende cura degli spazi dei propri figli. Questa casa ora è in vendita e i ragazzi hanno bisogno di un nuovo posto dove stare. Spero riusciremo a fare centro con questo concerto”.

“La casa ospita una trentina di ragazzi – ha invece aggiunto proprio Laura Boria – ma continuano ad aumentare davanti ai nostri cancelli; io quei cancelli non voglio chiuderli”.

Catania si prepara con grande entusiasmo e partecipazione: tanti i biglietti venduti, l’evento per tal motivo è stato spostato da Villa Bellini alla più capiente Piazza del Duomo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.