SAB, 24 AGOSTO 2019

Investì una moto lungo il tragitto del giro d’Italia, chiesta rimessa in libertà

Secondo i legali l'uomo autore dell'incidente non potrebbe reiterare il reato. (scorri per leggere il resto)
Investì una moto lungo il tragitto del giro d’Italia, chiesta rimessa in libertà

E’ stata richiesta la fine della custodia cautelare ai domiciliari per Gaetano Agozzino, che lo scorso 9 maggio ha investito un uomo di 48 anni in sella alla sua moto lungo il percorso del Giro d’Italia.

Agozzino, 70 anni, secondo una prima ricostruzione dei fatti avrebbe forzato il blocco di addetti Anas presente al bivio Maddalusa in quanto, da lì a breve, sarebbe passata la carovana del Giro d’Italia. Secondo il legale di Agozzino, il suo cliente non potrebbe in alcun modo reiterare il reato e dunque è stata richiesta la rimessa in libertà.

Intanto l’uomo investito lo scorso 9 maggio si trova ancora ricoverato a Caltanissetta, le sue condizioni vengono definite in miglioramento.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.