GIO, 24 OTTOBRE 2019

PRG: intervento di Nuccia Palermo

Riceviamo e pubblichiamo qui di seguito integralmente una nota del consigliere comunale Nuccia Palermo sul piano regolatore di Agrigento. (scorri per leggere il resto)
PRG: intervento di Nuccia Palermo

“Entro tempi ragionevoli. E’ questo il termine che più mi allarma relativamente a quanto affermato dal Sindaco Firetto nel tentativo di pubblicizzare un incontro evidentemente consultivo con gli ordini professionali, previsto per il prossimo 10 luglio, avente ad oggetto la famosa ed ancora non concretizzata redazione della proposta relativa alle Direttive generali al Piano Regolatore del Comune di Agrigento”.

“Ma per comprendere le motivazione che allarmano me come cittadina ma ancor di più come consigliere di opposizione – scrive Nuccia Palermo – dovremmo ripercorrere la storia e la normativa di un Piano Regolatore bloccato ed oggetto del dibattito e a volte dello scontro che ad oggi tiene sotto scacco una città sempre più in crisi”.
“Per non andare troppo indietro nel tempo potremmo partire direttamente dalla diffida del 2012, dove l’Assessorato Regionale diffida il comune di Agrigento a provvedere immediatamente all’Aggiornamento e revisione del Piano Regolatore Generale. Ebbene, dal 2012 ad oggi sono trascorsi ben sei lunghissimi anni, tre dei quali sotto la guida politica del Sindaco Lillo Firetto che nel proprio programma elettorale aveva inserito la risoluzione della grave problematica del famoso PRG.”

La normativa e nello specifico la legge regionale 71/78 della regione sicilia, ne impone l’iter il cui startup parte dalla Proposta relativa alle Direttive generali da parte della Giunta che deve essere discussa, sviscerata, ampliata o repressa dall’organo sovrano qual è il Consiglio Comunale. Per tanto risulta già un gravissimo inadempimento o possibile omissione quella che blocca il Consiglio per ritardi ad esso non attribuibili che bensì ricadono in capo all’amministrazione del Sindaco Firetto. Ad oggi, infatti, sembra che lo stesso Firetto non sappia dare date precise su quando riuscirà a portare in consiglio le Direttive Generali offuscando le idee utilizzando il metodo della pubblicizzazione di incontri consultivi, tardivi, che per di più palesano la poca chiarezza di idee sull’argomento da parte di Sindaco ed Assessori.

“Avere un Piano Regolatore è un obbligo di legge, revisionarlo dietro diffida lo è ancor di più con l’aggravante del notevole ritardo. Invitiamo Firetto – conclude Nuccia Palermo – ad accelerare i lavori della sua Giunta, a preparare le Direttive Generali da scendere in consiglio e ad abbandonare la tattica di attendere la fine del mandato, lasciando alla città poco o nulla, buttando fumo negli occhi negli ultimi mesi poichè ormai tale strategia risulta fallimentare”.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.