LUN, 24 SETTEMBRE 2018

Omicidio a Favara, in carcere il presunto assassino

Fatale un litigio per questioni legate a due terreni di contrada Caltafaraci. (scorri per leggere il resto)
Omicidio a Favara, in carcere il presunto assassino

E’ stato portato in carcere Vincenzo Galiano, favaresi di 79 anni, presunto assassino di Baldassere Contrino: i due sono stati protagonisti di una rissa in contrada Caltafaraci, tra Agrigento e Favara, degenerata poi nell’omicidio di Contrino.

Per Galiano l’accusa è, oltre che di omicidio aggravato, anche di porto abusivo di arma da fuoco. Durante l’interrogatorio, il presunto omicida avrebbe ammesso di aver sparato per difendersi.

Secondo una prima ricostruzione, tra Galiano e Contrino sarebbe scattato un diverbio figlio di passati rancori tra i due: Contrino avrebbe aggredito con un’ascia Galiano, il quale a sua volta avrebbe esploso tre colpi d’arma da fuoco contro il “rivale”. Due di questi sarebbero andati a segno, uno in particolare sarebbe stato fatale per Contrino, il cui cadavere dai Carabinieri è stato ritrovato riversi sul suo trattore.

Per le indagini è stata essenziale una testimonianza: infatti, l’omicida sarebbe stato addirittura disarmato da una terza persona, la quale ha poi chiamato i Carabinieri ed ha descritto il modello di auto con cui Galiano è scappato dal luogo dell’accaduto. Per l’anziano presunto omicida, si sono aperte già nella giornata di lunedì le porte del carcere.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.