LUN, 24 SETTEMBRE 2018

Navi con 450 migranti in acque italiane, Porto Empedocle non interessata dallo sbarco

Le navi hanno soccorso 450 migranti a largo delle Pelagie, ma il Viminale vorrebbe che il loro approdo sia a Malta od in Libia. (scorri per leggere il resto)
Navi con 450 migranti in acque italiane, Porto Empedocle non interessata dallo sbarco

Immagine di archivio 

Si è aperto un nuovo fronte sui migranti nelle acque del Mediterraneo e, questa volta, la partita si gioca dinnanzi le coste agrigentine.

Una nave della Guardia di Finanza ed una dell’operazione Frontex hanno preso in consegna, dopo le operazioni di trasbordo a largo delle isole Pelagie, i 450 migranti trasportati da un peschereccio partito dalle coste libiche.

Dopo il tira e molla con Malta, il cui governo ha dichiarato di non essere intervenuto in quanto la nave era diretta verso l’Italia, il peschereccio è stato quindi soccorso dalle due motovedette sopra citate ed adesso si prova a capire quale sarà il porto di destinazione.

C’è chi, in mattinata, dava per scontato quello di Porto Empedocle, ma è emersa anche l’opzione di Pozzallo. Ma a rendere poco chiaro il quadro, sono state le reazioni politiche da parte del governo: secondo il ministro dell’Interno Matteo Salvini infatti, le due navi dovrebbero rilasciare i migranti soccorsi tra Malta e Libia e, dopo una conversazione con il premier Conte, il leader del carroccio ha chiesto al capo dell’esecutivo di non cedere sulla linea della fermezza.

Le navi sono al momento in acque italiane, difficile sapere quando e se esse sbarcheranno a Porto Empedocle.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.