LUN, 19 NOVEMBRE 2018

Viaggio nell’ipogeo della Kolymbethra

Alla scoperta delle meraviglie nascoste nella Valle dei Templi. (scorri per leggere il resto)
Viaggio nell’ipogeo della Kolymbethra

Guidati dal Presidente dell’Associazione Agrigento Sotterranea, Dott. Giovanni Noto, geologo e speleologo di lunga data, le nostre telecamere hanno potuto minuziosamente raccontare come, tra il tempio di Castore e Polluce e quello di Vulcano nel 480 a.C. , l’architetto Feace costruì un’opera idraulica che riforniva di acqua l’antica piscina chiamata Kolymbethra.

Abbiamo avuto la possibilità di visitare un ipogeo che ci ha generato emozioni uniche, grazie alla visione di splendidi scenari dove, ancora oggi, è possibile vedere le tracce che i costruttori hanno lasciato con i loro scalpelli, come anche delle nicchie scavate nelle rocce per far posto a delle lucerne ad olio per consentire la visibilità all’interno della cavità. Il tutto è reso del tutto unico dal ramo umido dell’ipogeo, dove si rimane davvero sbalorditi per la presenza delle “stalattili” che si formano.

Un tragitto importante non solo per la speleologia ma anche, in generale, per la storia e la cultura di Agrigento. Da quando è reso fruibile, sempre più turisti ogni mese ed ogni anno visitano l’ipogeo: un lavoro importante, quello delle guide, che permette a tutti di poter ammirare una meraviglia naturale tra le più belle della nostra provincia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.