LUN, 19 NOVEMBRE 2018

Viadotto Morandi: il 7 settembre vertice sul futuro dell’infrastruttura

Diversi gli enti convocati a Palazzo dei Gigenti per discutere circa il futuro del viadotto Morandi agrigentino. (scorri per leggere il resto)
Viadotto Morandi: il 7 settembre vertice sul futuro dell’infrastruttura

Dopo la tragedia di Genova e le analogie tra il viadotto crollato nel capoluogo ligure e quello chiuso lo scorso anno ad Agrigento, tra tutte il fatto che il progettista sia lo stesso per entrambe le infrastrutture, è stato convocato un tavolo tecnico a palazzo dei Giganti per discutere sul futuro del ponte Akragas.

Al tavolo, che si terrà il prossimo 7 settembre, parteciperanno il comune di Agrigento, la Soprintendenza, l’Ente Parco Valle dei Templi, l’ex provincia, il Genio Civile e l’ispettorato ripartimentale delle foreste.

Punto all’ordine del giorno è, in primo luogo, la possibilità di valutare tutti gli aspetti possibili per capire cosa fare della struttura. In particolare, si capirà se l’opera può essere seriamente risanata oppure si deve procedere alla sua demolizione ed individuazione di percorsi alternativi per collegare Agrigento con Villaseta e Porto Empedocle.

Il viadotto Morandi agrigentino è chiuso dal marzo 2017 dopo alcuni problemi strutturali riscontrati e dopo diverse segnalazioni. Nelle scorse settimane si è paventata la possibilità di lavori di recupero che però appaiono costosi e lunghi.

Diretta interessata alla riunione è ovviamente la società Anas, la stessa che già nei mesi scorsi ha dichiarato la possibilità di vagliare percorsi alternativi al viadotto.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.