DOM, 16 DICEMBRE 2018

“Zorbas”, un ciclone mediterraneo alle porte del mar Ionio: Sicilia fuori dalla sua traiettoria

La nostra isola non dovrebbe essere colpita, se le previsioni si riveleranno esatte, dalla tempesta tropicale denominata "Zorbas" che invece potrebbe investire in pieno molte regioni greche. (scorri per leggere il resto)
“Zorbas”, un ciclone mediterraneo alle porte del mar Ionio: Sicilia fuori dalla sua traiettoria

L’estensione e l’attuale posizionamento della tempesta “Zorbas”

E’ emersa molta preoccupazione, in queste ultime ore, circa la formazione di un Medicane (Mediterranean Hurricane) nella parte centrale del mar Mediterraneo.

Una tempesta simile a quelle tropicali, che non a caso viene definita in gergo TLC (Tropical-Like Cyclone), e che porterebbe nei paesi colpiti venti molto forti e piogge importanti. Quella che si è formata tra Libia e Grecia e che adesso inizia a percorrere il mar Ionio, è stata chiamata “Zorbas”. Un nome greco, che testimonia come sia proprio il paese ellenico a dover attendersi maggiori preoccupazioni per il ciclone.

La previsione infatti parla di un orientamento verso le coste della Grecia di Zorbas, il quale lambirà soltanto le coste siciliane nelle province di Catania e Siracusa ma non dovrebbe provocare grosse preoccupazioni presso la nostra isola.

Zorbas potrebbe trasformarsi in un vero e proprio uragano di categoria 1, la più bassa in una scala che arriva fino a 5 ma che è comunque rara nel Mediterraneo. Le prossime ore saranno decisive: i venti tra Libia e Grecia soffiano già molto forti, la traiettoria del ciclone confermerebbe le ipotesi di un prossimo accesso presso le regioni greche. Particolare preoccupazione ci sarebbe per l’isola di Creta, dove le autorità elleniche starebbero predisponendo appositi piani per affrontare al meglio la tempesta.

Come detto, almeno per il momento, per la Sicilia non ci dovrebbero essere pericoli e preoccupazioni. E’ possibile seguire l’evoluzione della sua traiettoria dal sito http://www.weathersicily.it/ (clicca per leggere). 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.