DOM, 21 OTTOBRE 2018

Un altro viadotto sotto attenzione, MareAmico: “Inviati documenti in Prefettura”

Questa volta i problemi riguarderebbero il viadotto di contrada Kaos lungo il tratto non ammodernato della SS 640. (scorri per leggere il resto)
Un altro viadotto sotto attenzione, MareAmico: “Inviati documenti in Prefettura”

Un altro ponte “sotto osservazione” nell’agrigentino. L’associazione ambientalista MareAmico, in particolare, ha denunciato alcune criticità presenti lungo il piccolo ma importante viadotto lungo la SS 640, nel tratto non ammodernato che congiunge contrada Kaos con Maddalusa.

“I pilastri che reggono le campate sono oramai privi di copri di ferro – si legge in un post pubblicato sui social dalla stessa MareAmico –  presentano armature metalliche scoperte e fortemente ossidate. Le sezioni reagenti di tali elementi presentano una vistosa riduzione di dimensioni.”

Il video inviato da MareAmico che mostra le condizioni del viadotto lungo la SS 640

Il viadotto si trova letteralmente affacciato sul mare, non lontano dal costone del Kaos. Specialmente nel periodo estivo, risulta molto trafficato.

“Ad occhio nudo – prosegue MareAmico, a commento del video girato dall’associazione – si vedono delle tavole di legno, del ferro arrugginito, del cemento decisamente sfaldato e della schiuma di poliuretano piazzata li per bloccare tutto. Il compito di Mareamico, da sempre con un occhio vigile sul territorio, è segnalare, e lo facciamo mettendo a corredo delle immagini. Ma questa volta non solo denunciamo agli organi di stampa quanto abbiamo documentato, ma per evitare ogni allarmismo e comprendere, com’è opportuno che sia, lo stato di salute del viadotto abbiamo inviato quanto in nostro possesso al Prefetto di Agrigento, persona vigile, arbitro imparziale che sicuramente impegnerà l’Anas a valutare eventuali pericoli e disporre se necessario degli interventi.”

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.