DOM, 21 OTTOBRE 2018

Favara: arrestato ex datore di lavoro di Gessica Lattuca

L'arresto non sarebbe però legato alla scomparsa della giovane madre, di cui non si hanno notizie dallo scorso 12 agosto. (scorri per leggere il resto)
Favara: arrestato ex datore di lavoro di Gessica Lattuca

La notizia ha fatto subito il giro della cittadina alle porte di Agrigento, visto quanto sta vivendo l’intera comunità favarese dallo scorso 12 agosto: G.V., 60 anni, ex datore di lavoro di Gessica Lattuca, è stato arrestato e si troverebbe adesso in carcere.

Gessica Lattuca è la ragazza scomparsa per l’appunto lo scorso 12 agosto e di cui non si sa nulla. Pur tuttavia l’arresto non sarebbe legato a questa vicenda, ma la notizia non è passata inosservata. Proprio nei giorni scorsi in via Bolzano era andata a fuoco l’auto in uso all’ex datore di lavoro della giovane madre scomparsa.

Secondo la ricostruzione pubblicata su Grandangolo.it, l’ex datore di lavoro sarebbe in galera per una condanna che risale a prima della scomparsa di Gessica Lattuca e che sarebbe relativa a minacce nei confronti dell’ex moglie. La condanna è di nove mesi e per tal motivo G.V. sarebbe adesso presso la casa circondariale di contrada Petrusa.

Ma c’è dell’altro e questo, seppur indirettamente, fa comunque entrare il nome di Gessica Lattuca nel caso. Infatti, l’ex datore di lavoro della ragazza nei giorni scorsi avrebbe anche ricevuto, da parte della Procura della Repubblica di Agrigento, un avviso di chiusura indagini per una presunta tentata estorsione. In questa inchiesta sarebbe coinvolto anche Angelo Stagno, presunto spacciatore, il quale rifornirebbe di droga l’ex datore di Gessica Lattuca. Grazie ad intercettazioni ambientali e telefoniche relative a questa inchiesta, emergerebbe un giro di droga e prostituzione gestito da G.V. L’uomo, per l’appunto, avrebbe reclutato donne in difficoltà economica “pagandole” con alimenti o droga. In un’intercettazione sarebbe emerso anche il nome di Gessica Lattuca, assieme a quello di un’amica teste nelle indagini sulla scomparsa della giovane mamma.

Due casi forse distanti, ma che arrivano ad incrociarsi in modo inquietante in un giro d’inchieste altrettanto inquietante. Elementi che non possono non richiamare nella mente il dramma della giovane ragazza scomparsa da più di un mese, un caso che sta tenendo con il fiato sospeso Favara ed il cui eco mediatico ha travalicato lo stretto di Messina.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.