MAR, 11 DICEMBRE 2018

A Bivona studenti in piazza per le condizioni delle strade: “Non possiamo andare a scuola”

Impossibile per molti ragazzi dei paesi limitrofi raggiungere le scuole di Bivona. (scorri per leggere il resto)
A Bivona studenti in piazza per le condizioni delle strade: “Non possiamo andare a scuola”

Si fanno ancora ben sentire i danni derivanti dal maltempo dello scorso 3 novembre. A Bivona ad esempio, almeno 300 studenti non possono andare a scuola per via delle condizioni delle strade distrutte dalle piogge di inizio mese.

Nella cittadina dei monti Sicani hanno sede alcune scuole superiori, in particolare l’istituto Luigi Pirandello, che raccoglie diversi indirizzi. Ogni giorno qui confluiscono dunque ragazzi dai paesi limitrofi, che hanno in Bivona un punto di riferimento importante per la propria educazione scolastica essendo il centro molto più vicino rispetto alle città costiere. Ma le strade sono impraticabili, da quel maledetto 3 novembre raggiungere Bivona è quasi impossibile.

Come scrive Alan David Scifo su Repubblica, in questo venerdì diversi studenti sono scesi in piazza proprio per chiedere di poter tornare a scuola in tempi e modi decenti. L’isolamento in cui vive Bivona e che contraddistingue ancora oggi buona parte dell’area interna della provincia di Agrigento, sta recando disservizi e disagi da più di due settimane.

I ragazzi scesi in piazza questo venerdì hanno raccolto le firme che verranno poi consegnate al ministro Toninelli in visita lunedì ad Agrigento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.