MAR, 11 DICEMBRE 2018

Scomparsa Gessica Lattuca: nuova lettera del padre della ragazza

Il padre della ragazza scomparsa il 12 agosto da Favara scrive dal carcere di Sciacca, da dove uscirà nel mese d gennaio. (scorri per leggere il resto)
Scomparsa Gessica Lattuca: nuova lettera del padre della ragazza

Gaspare Volpe e Nino Ferraro, le intercettazioni in cui viene esplicitato il nome di Gessica e Serena, era questo il legame che univa le due giovani favaresi? Erano davvero loro le “ninfe” ai servigi di Volpe che per un panino, pochi spiccioli, una birra, vendevano il loro corpo?

Serena Restivo, già la scorsa settimana a Quarto Grado, ha cercato di dare un’immagine di sé diversa rispetto a quello che sarebbe emersa dall’inchiesta: una giovane venditrice di caldarroste, umile lavoratrice che, per sbarcare il lunario, faceva anche le pulizie in casa della gente. Tra i suoi clienti anche Filippo, l’ex compagno di Gessica, cui sarebbe andata a prestare servizio in casa solo una volta, e che, a sua detta, avrebbe conosciuto in quella occasione, circa 10 giorni prima della scomparsa di Gessica; in quell’unica volta l’uomo avrebbe omaggiato Serena con gli orecchini destinati a Gessica.

Droga? Prostituzione? Sono attualmente le piste maggiormente battute, un altro addentellato su cui lavorerebbero gli inquirenti sarebbe quello dei ricatti. Il microsistema entro cui si sono svolte e si stanno svolgendo le indagini, sarebbe molto permeabile e non è facile per gli inquirenti carpire informazioni se non in forma anonima. Tra queste ve ne è una che segnerebbe la pista passionale: Gessica avrebbe scoperto il tradimento del compagno proprio con la giovane Serena? Perché Filippo andò a comunicare personalmente a quest’ultima della scomparsa della compagna? Un ginepraio di rapporti legami in questo momento impossibile da sciogliere.

Intato dal carcere di Sciacca arriva una nuova lettera del padre di Gessica: “Se qualcuno sa qualcosa, non tenetelo dentro per favore. Mia figlia Gegè non è il tipo che rappresentano. C’è chi dice che era in un giro di prostituzione, ma io conoscendola smentisco tutto. Lei non è mancata un solo giorno dai suoi figli di minore età. Insisto per dire ai miei compaesani: se sapete qualcosa, fatevi avanti senza timori.” E continua “a breve sarò fuori, e ci penserò io”.

In trasmissione, l’avvocato Cusumano, legale della famiglia e dell’ex compagno, esplicita la sua ipotesi: Gessica avrà incontrato qualcuno con cui si sarebbe appartata e drogata. Un probabile malore, secondo Cusumano, avrebbe portato alla morte della mamma di 27 anni cosa che avrebbe indotto il suo accompagnatore a disfarsi del cadavere della povera Gessica.
Un filo rosso unisce tanti troppi elementi che, probabilmente, inseriti nella giusta sequenza, potrebbero portare a comprendere la verità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.