VEN, 26 APRILE 2019

Favara: al via accertamenti su armi sequestrate a Russotto

Si tratta delle armi sequestrate, lo scorso agosto, al giovane favarese Gerlando Russotto accusato di aver partecipato all’agguato avvenuto in via Belgio, a Favara, ai danni del ristoratore Saverio Sacco. (scorri per leggere il resto)
Favara: al via accertamenti su armi sequestrate a Russotto

Al via gli accertamenti da parte degli esperti del laboratorio di genetica forense della Questura di Palermo su armi, munizioni e stoffe dopo il prelievo salivare effettuato a tutti gli indagati.

Si tratta delle armi sequestrate, lo scorso agosto, al giovane favarese Gerlando Russotto accusato di aver partecipato all’agguato avvenuto in via Belgio, a Favara, ai danni del ristoratore Saverio Sacco.

Gli investigatori stanno ora cercando indizi utili per capire se le armi siano le stesse utilizzate nel corso della sparatoria avvenuta in via Torino, sempre a Favara, il 23 maggio del 2017 ai danni del 36enne Carmelo Nicotra. Quest’ultimo però, fortunatamente, riuscì a fuggire mettendosi così in salvo.

A finire nel registro degli indagati Calogero e Antonio Bellavia rispettivamente di 28 e 45 anni, Calogero ed Emanuele Ferraro, di 40 e 41 anni e infine il 40enne Carmelo Vardaro. Per gli indagati, come si ricorderà, fu disposto il tampone salivare al quale ora segue l’accertamento sulle armi sequestrate. Una vicenda dai tratti alquanto complicati e contorti anche per gli investigatori che stanno cercando di fare luce anche su un altro fatto criminoso: l’omicidio di Carmelo Ciffa avvenuto davanti ad un supermercato il 26 ottobre del 2016.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.