LUN, 21 GENNAIO 2019

Al via i lavori per liberare la foce del fiume Akragas

L'intervento a seguito della segnalazione da parte dell'associazione MareAmico Agrigento. (scorri per leggere il resto)
Al via i lavori per liberare la foce del fiume Akragas

“Nel giro di due, tre giorni la foce del fiume San Leone ad Agrigento sarà completamente liberata da ogni detrito che impedisce il regolare deflusso delle acque. Utilizzeremo la stessa ditta che sta già eseguendo i lavori, finanziati dalla Regione, nel tratto a monte, nei pressi del Villaggio Peruzzo, dove si è registrata l’esondazione dello scorso 2 novembre”.

Lo dice il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, che risponde così all’appello lanciato da MareAmico. L’associazione ambientalista ha segnalato l’ostruzione della foce del fiume San Leone, detto anche Akragas, dopo le intense piogge del mese scorso.

“Ho sentito al telefono – spiega il governatore – l’ingegnere Duilio Alongi, capo del Genio Civile di Agrigento, il quale mi ha spiegato che l’ostruzione si è evidenziata soltanto adesso, dopo che il livello dell’acqua si è abbassato al termine della piena. Lunedì scorso è stato effettuato un sopralluogo al quale ha preso parte anche la direzione dei lavori dell’impresa ed è stato possibile verificare la percorribilità di tale soluzione, che è senz’altro la più veloce per risolvere il problema”.

Dal Genio civile di Agrigento, con nota ufficiale, è già stata data comunicazione dell’imminente intervento al Dipartimento regionale tecnico, all’Autorità di bacino e alla Capitaneria di porto.

Già questo venerdì mattina, come sottolinea Claudio Lombardo (presidente di MareAmico), le ruspe sono in azione per ripulire la foce del fiume Akragas.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.