LUN, 21 GENNAIO 2019

Belice, nuovo intervento dei sindaci a pochi giorni dall’anniversario: “Nulla è cambiato”

Il prossimo 14 gennaio sarà il cinquantunesimo anniversario del terremoto nel Belice, che ha colpito anche diversi comuni dell'agrigentino. La denuncia dei sindaci dell'area proprio in occasione della ricorrenza. (scorri per leggere il resto)
Belice, nuovo intervento dei sindaci a pochi giorni dall’anniversario: “Nulla è cambiato”

“A distanza di un anno dalle commemorazioni tenute alla presenza del capo dello Stato, Sergio Mattarella, e dei rappresentanti dei Governi nazionale e regionale per il 50esimo anniversario del terremoto che la notte fra il 14 e il 15 gennaio 1968 sconvolse il Belìce e nonostante rassicurazioni e assunzioni di impegno da parte delle Istituzioni non si registra a oggi alcun passo avanti nel completamento della ricostruzione”.

Ad affermarlo è Nicolò Catania, primo cittadino di Partanna (Trapani) e coordinatore dei sindaci della Valle del Belìce, in occasione del 51esimo anniversario del sisma che ricorrerà fra pochi giorni.

Lo si legge in una nota diramata dallo stesso Catania all’AdnKrnons: “Sebbene il coordinamento dei sindaci – aggiunge – abbia perseguito con costanza l’obiettivo di ricostruire l’identità territoriale cercando di contribuire allo sviluppo economico dei centri colpiti, pur fra le mille difficoltà che amministratori locali e cittadini riscontrano quotidianamente sul territorio a causa della mancata ultimazione sia delle opere di urbanizzazione primaria che di edilizia privata, la situazione è a un punto di stallo”.

Per Catania “a nulla sono valsi gli energici tentativi di trovare soluzioni emendative, prontamente predisposte e inoltrate dal coordinamento all’attuale Governo nazionale già dal suo insediamento, per rimpinguare con nuove norme i capitoli finanziari destinati alla ricostruzione post-sisma”. Sforzi caduti nel vuoto che hanno generato fra i sindaci un profondo “rammarico per la continua assenza dello Stato, a dir poco mortificante per chi ogni giorno fra immensi sacrifici e ostacoli cerca di creare opportunità di sviluppo. Pur nel rispetto delle gravi tragedie che in questi mesi hanno colpito molte parti d’Italia – conclude il coordinatore dei sindaci della Valle del Belìce -, un Paese fragile di fronte a catastrofi naturali che purtroppo si susseguono con cadenza regolare, non possiamo restare in silenzio né lasciare che si perda tutto ciò che di buono è stato fatto in questa terra”.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.