MAR, 19 FEBBRAIO 2019

Università, approvato il nuovo statuto del Consorzio: pronti al rilancio

Approvato il nuovo statuto del Consorzio Universitario, mentre l'Università di Palermo si è detta pronta ad inaugurare l'offerta formativa per l'anno accademico 2019-2020 con tre corsi di laurea. Le interviste. (scorri per leggere il resto)
Università, approvato il nuovo statuto del Consorzio: pronti al rilancio

Buone notizie per l’Università agrigentina. Questa mattina, infatti, la compagine societaria del consorzio universitario si è potuta regolarmente riunire per approvare le modifiche statutarie richieste dalle nuove norme regionali. “E’ una tappa fondamentale – spiega il Presidente del Cua Pietro Busetta – Abbiamo lavorato moltissimo perché questa legge regionale sulla nuova governance dei consorzi si attuasse. Questo consentirà all’università di riferimento di investire su questa università decentrata e poter portare altri corsi di laurea”.

Una nuova “vita” per quello che il sindaco di Agrigento Calogero Firetto ha proposto di chiamare “Empledocle Consorzio Universitario Agrigento”, in onore del famoso filosofo akragantino. L’approvazione del suo nuovo statuto consente adesso di assegnare alla Regione la presidenza del consorzio, al Comune la vicepresidenza e all’Università di Palermo un terzo ruolo dentro il Cda.

Una “garanzia” importante per l’ateneo palermitano che si è detto pronto ad inaugurare nella città dei templi la nuova offerta formativa per l’anno accademico 2019-2020 con tre corsi di laurea: Economia e Scienze Aziendali, Scienze dell’Educazione, Architettura dell’ambiente e costruito (nuova branca di Architettura). Rimane attivo Servizi Sociali mentre si spera di riattivare al più presto il corso di Laurea magistrale in Giurisprudenza, come confermato dal Dott. Ettore Castorina, coordinatore dei poli decentrati dell’Università di Palermo, presente stamane all’assemblea dei soci in rappresentanza del Rettore dell’Università di Palermo Fabrizio Micari.

Le interviste a Pietro Busetta e Ettore Castorina: 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.