LUN, 16 DICEMBRE 2019

Era in possesso di un revolver con matricola abrasa: due anni ad un uomo di 39 anni

L'uomo finì nei guai dopo essere stato arrestato lo scorso 21 giugno con l’accusa di detenzione illegale di armi e munizioni. (scorri per leggere il resto)
Era in possesso di un revolver con matricola abrasa: due anni ad un uomo di 39 anni

Condanna a due anni di reclusione per il 39enne di Campobello di Licata Giuseppe Puleri, cugino del boss Giuseppe Falsone.

L’uomo, come si ricorderà, finì nei guai dopo essere stato arrestato lo scorso 21 giugno con l’accusa di detenzione illegale di armi e munizioni. La condanna è scaturita al termine del processo svolto con il rito abbreviato. In particolare, l’uomo era accusato di essere in possesso di un revolver di fabbricazione americana calibro 357 magnum con matricola abrasa e munizioni. Durante la perquisizione, fu anche trovato un frequenzimetro, un apparecchio che permette di schermare i telefoni cellulari dalle onde radio.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.