GIO, 18 APRILE 2019

Operazione antimafia “Gallodoro”: tre agrigentini tra gli arrestati

Sono 17 gli arrestati in merito l'operazione Gallodoro, con la quale i Carabinieri smantellano le cosche mafiose della zona del Vallone. Ricostruiti organigrammi e vertici delle famiglie locali. (scorri per leggere il resto)
Operazione antimafia “Gallodoro”: tre agrigentini tra gli arrestati

Nell’operazione che nelle scorse ore ha inferto un duro colpo alle cosche mafiose di Mussomeli e delle zone limitrofe, sono coinvolti tre agrigentini.

Si tratta, nello specifico, di Domenico Mangiapane, 40 anni di Cammarata, Antonino Lattuca, 38 anni di Agrigento ma residente a Campofranco, e di Domenico Avarello, 39 anni di Canicattì.

L’operazione ha complessivamente portato a misure cautelari per 17 persone, accusato a vario titolo di associazione mafiosa, omicidio, estorsioni e rapina. Con l’operazione, denominata “Gallodoro”, si è anche fatta luce su un omicidio avvenuto 21 anni fa: in particolare, si tratta dell’omicidio di Gaetano Falcone del 13 giugno 1998 a Montedoro. Quell’agguato viene adesso circoscritto nell’ambito dei contrasti interni alle cosche della zona del Vallone e, in particolare, in seno alla famiglia mafiosa di Campofranco.

Oltre i tre agrigentini, gli altri arrestati sono: Domenico Vaccaro, Claudio Di Leo, Calogero Di Vita, Giuseppe Modica e Angelo Schillaci di Campofranco, e ad Antonio Calogero Grizzanti di Sutera, Francesco Pollara di Palermo, Vincenzo Scalzo di San Cataldo e al catanese Antonino Tusa. Ai domiciliari sono finiti invece Domenico Avarello di Canicatti’, Nicolo’ Falcone di Montedoro, Salvuccio Favata di Mussomeli, l’agrigentino Antonino Lattuca e Calogero Modica di Campofranco.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.