MER, 16 OTTOBRE 2019

Agrigento: si riapre la Cattedrale, ma è ancora presto per parlare di “missione compiuta”

Il prossimo 22 febbraio, con i lavori interni in fase di ultimazione, si potrà nuovamente tornare a vivere la Cattedrale di San Gerlando: ma, per salvare del tutto la struttura, occorre adesso pensare al più presto al consolidamento del colle. (scorri per leggere il resto)
Agrigento: si riapre la Cattedrale, ma è ancora presto per parlare di “missione compiuta”

Si avvicina il momento della riapertura della Cattedrale di Agrigento, anche se il lavoro non è affatto ancora del tutto compiuto.

Come illustrato nelle scorse ore dal parroco della Cattedrale, Don Giuseppe Pontillo, il 22 febbraio si potranno riaprire le porte della struttura grazie ai lavori attualmente in corso all’interno e che prevedono la messa in sicurezza della Chiesa simbolo della nostra diocesi.

Terminate quelle opere, rese possibili grazie al finanziamento tramite un bando della regione del 2015 a cui hanno partecipato Curia e Comune, come detto la Cattedrale può tornare ad essere vissuta dagli agrigentini ma non sarà considerata del tutto fuori pericolo.

Serve infatti adesso pensare al consolidamento del costone sottostante, vero nocciolo del problema per via di una faglia di frana che dal 2011 in poi ha reso ben visibili spaccature e cedimenti in superficie. Per i lavori di consolidamento del colle, si sta procedendo con l’assegnazione di un bando di un progetto della Regione da trenta milioni di Euro.

Si riaprono quindi le porte, peraltro alla vigilia della festa di San Gerlando, ma bisognerà ancora aspettare prima di poter cantare definitivamente vittoria.

Redazione

InfoAgrigento WebGiornale è una testata giornalistica nata del 2008, con ambito di interesse geografico legato alla provincia di Agrigento ed al contesto dell'informazione siciliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.